QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 23°33° 
Domani 22°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 25 luglio 2016

MUSICA E DINTORNI — il Blog di Fausto Pirìto

Fausto Pirìto

FAUSTO PIRITO - Sulle strade del Pop (e non solo) con l'ex caporedattore di Tutto Musica & Spettacolo, direttore artistico del contest Rock Targato Italia, garante del festival della contaminazione BresciaMusicArt, ideatore e curatore del Tributo ad Augusto Daolio, autore dei libri “In viaggio con I Nomadi” e “Vasco in concerto”

I Banafratta in finale a Rock targato Italia 2015

di Fausto Pirìto - martedì 31 marzo 2015 ore 19:24

I Menestrelli di Banafratta live all'Elvis Fan Club (foto Alberto Franzoni)

A proposito dei “luoghi della musica” in Toscana, la settimana scorsa ho scoperto l'Elvis' Fan Club di Stagno, a due passi da Livorno. Ci sono andato perché venerdì 27 marzo c'era in programma la finale regionale di Rock Targato Italia, uno dei contest più apprezzati in questo ambito, arrivato alla 27esima edizione. In gara c'erano 5 gruppi, ma soltanto 2 hanno avuto la soddisfazione di passare alle finali nazionali di RTI, previste al Legend Club di Milano nel settembre prossimo. Le band in questione sono i pontederesi Menestrelli di Banafratta e i livornesi Nothingstreet

Senza nulla togliere alla validità della band labronica, vorrei sottolineare quanto ho potuto verificare di persona partecipando alla serata all'Elvis' Fan. Appena arrivato, dopo essermi un po' perso nelle stradine di Stagno prima di raggiungere il pub, ho chiesto a Francesco Caprini e Franco Sainini (i patron di Rock Targato Italia, con in quali ho collaborato per più di 10 anni come direttore artistico della manifestazione insieme al giornalista Stefano Ronzani) una prima impressione a caldo sui gruppi in gara. Le loro parole non hanno lasciato dubbi: i pontederesi Menestrelli di Banafratta avevano fatto centro: sia la giuria sia il pubblico presente in sala erano rimasti colpiti e ben impressionati dalla grande energia della giovanissima band (età dei musicisti, tra i 19 e i 22 anni). A dire il vero, mi sono sentito orgoglioso per questo giudizio più che positivo, anche perché i Banafratta sono stati un po' una “scoperta” dei gestori del Circolo S.O.M.S. di Palaia (dove si sono esibiti più volte nel secondo semestre del 2014), Luca Rinaldi e Andrea Catrasi, che li hanno spinti a iscriversi al contest Rock Targato Italia. Ma chi sono i Menestrelli di Banfaratta? Vediamo di conoscerli meglio attraverso brevi stralci della loro biografia ufficiale.
«I Menestrelli nascono a Pontedera innanzitutto come gruppo di amici. Nell'estate del 2013 iniziano a suonare e comporre brani propri, incontrandosi nella soffitta del chitarrista (Nico). Presto scoprono di avere grande affinità musicale, nonostante ogni singolo membro provenga da percorsi di studio e influenze musicali differenti. A gennaio 2014 dispongono già di 10 brani propri e decidono di uscire allo scoperto registrando il loro primo EP "Sveglia!", composto da 5 brani che combinano folk, rock, blues e progressive dai colori orientali, mirando a una varietà originale di generi e stili in grado di soddisfare un vasto pubblico. Il nome del gruppo, nella sua apparente improbabilità, ha un senso. I "menestrelli" erano, in età feudale, i cantastorie e musicisti di corte. Molte canzoni del gruppo si rifanno a questa idea, citando e rielaborando storie e fiabe. La seconda parte del nome, "Banafratta", non ha un preciso significato in quanto si tratta di una parola inventata, ma per i Menestrelli questa parola è il “luogo della mente” da dove essi stessi provengono e dove le storie dell'immaginario collettivo prendono forma, destinate a perdurare nel tempo». Line-up: Viviana Marino (voce) Gianni Capecchi (chitarra) Nico Signorini (chitarra) Matteo Ascani (basso) Ravi di Tuccio (batteria) Genere: progressive rock, folk rock, alternative, pop
Passiamo ai Nothing Street: “La band nasce ufficialmente nel luglio del 2008 a Livorno. Tutto è partito da Francesco Fenzi (chitarra) che in quella caldissima estate inizia a mettere su un gruppo pop-rock, formato attualmente dal fratello Cristiano (chitarra), da Daniele Tosi (voce), Iran Bozzi (basso) e Valerio Guarguagli (batteria). I cinque si proiettano subito oltre orizzonti che pochi mesi prima sembravano irraggiungibili, l'entusiasmo è grande e i ragazzi affrontano questa esperienza dimostrando un'invidiabile amicizia nella vita quotidiana. I testi, cantanti esclusivamente in italiano, parlano principalmente di come è possibile realizzare i propri progetti e le proprie ambizioni. La musica suonata è forte, arriva dove deve arrivare. Dopo alcuni mesi, i Nothing Street partecipano a serate live fra teatri, locali e a vari festival nazionali esponendo la loro musica al di fuori delle mura amiche. Nel febbraio 2011 vengono contattati dalla Top Records (casa discografica di Milano) che pubblica il loro primo singolo, dal titolo “34” messo in vendita anche su 106 canali digitali. Su iTunes, inoltre, si può trovare anche un altro singolo dei Nothing Street, "Cammino per Sempre"». Line-up: Daniele Tosi (voce) Francesco Fenzi (chitarra) Cristiano Fenzi (chitarra) Iran Bozzi (basso) Valerio Guargagli (batteria) Genere: pop-rock italiano
Di band e personaggi che hanno partecipato a Rock Targato Italia negli ultimi 20 anni, ne ho ascoltati tanti. E tanti hanno preso il volo e sono passati proprio da RTI. Solo per fare qualche nome: Gang, Rats, Timorìa, Casino Royale, Avion Travel, Ritmo Tribale, Settore Out, Karma, Extrema, Marlene Kuntz, Estra, Scisma, Massimo Volume, Umberto Palazzo e il Santo Niente, Interno 17, Vanadium... fino ad arrivare agli Skiantos, ai Modena City Ramblers, a Carmen Consoli, Ligabue e ai CSI... Questo mi permette di dire che, tra i due gruppi finalisti toscani, i Banafratta hanno tutte le carte in regola per sfondare e sono sicuro che alle finali nazionali di RTI faranno un figurone. Certo, io tifo per loro e non lo nascondo!
Un'ultima annotazione: emittente ufficiale di Rock Targato Italia, a Livorno, è stata ed è Radio Incontro (http://www.incontro.it/ - http://tunein.com/radio/Radio-Incontro-10775-s10561/): Marco Leonetti, voce storica di questa trasmittente, dopo aver messo in onda nei giorni scorsi un brano dei Banafratta, li ha invitati a intervenire in studio con un loro live act e intervista in diretta. Anche Alessio Mannucci (chitarrista dei 10 Diaz), Gianni Ponzetta (responsabile organizzativo dell'Elvis) e il fotografo Alberto “Cicci” Franzoni (autore di 2 scatti che trovate in questa pagina) hanno speso belle parole per la band pontederese. Come dire: cominciamo a essere un bel gruppetto a credere in questa band! Buona Musica a tutti!

Fausto Pirìto

Menestrelli di Banafratta - La Danza Degli Uomini - Official Video
Nothing Street live @ Cecina "Nel mio momento"

Articoli dal Blog “Musica e dintorni” di Fausto Pirìto