QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 5° 
Domani -1°8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 06 dicembre 2016

MUSICA E DINTORNI — il Blog di Fausto Pirìto

Fausto Pirìto

FAUSTO PIRITO - Sulle strade del Pop (e non solo) con l'ex caporedattore di Tutto Musica & Spettacolo, direttore artistico del contest Rock Targato Italia, garante del festival della contaminazione BresciaMusicArt, ideatore e curatore del Tributo ad Augusto Daolio, autore dei libri “In viaggio con I Nomadi” e “Vasco in concerto”

Quando il "Rock targato Italia" suona toscano...

di Fausto Pirìto - lunedì 22 dicembre 2014 ore 07:30

i Litfiba nel 1986

Alla fine degli Anni '80, grazie all'amico giornalista Stefano Ronzani che allora scriveva per il settimanale “Mucchio Selvaggio”, entrai in contatto con Francesco Caprini e Franco Sainini, gli ideatori di Rock Targato Italia. Francesco e Franco mi proposero di affiancare Stefano nella direzione artistica del loro “contest” che aveva preso il via nel 1986 e che si andava affermando come la manifestazione più importante e credibile nel settore della musica underground di quell'epoca.

Fu subito “attrazione fatale” e nel successivo decennio, a Milano, mi ritrovai a bazzicare un territorio artistico variegato, fatto di gruppi e musicisti rock che poi, col tempo, passarono dalla categoria “emergenti” a quella di “big” della scena italiana alternativa e non solo. Tanto per fare qualche nome: Gang, Rats, Timoria, Casino Royale, Avion Travel, Ritmo Tribale,Settore Out, Karma, Extrema, Marlene Kuntz, Estra, Scisma, Massimo Volume, Umberto Palazzo e il Santo Niente, Interno 17, Vanadium... fino ad arrivare agli Skiantos, ai Modena City Ramblers, Carmen Consoli, Ligabue, ai CSI...

Ma in questo Blog mi piace soprattutto ricordare che un bel numero di band toscane hanno avuto come trampolino di lancio proprio Rock Targato Italia. Vediamo di ricordarle, scusandomi con chi magari non si ritroverà nella lista. 

LITFIBA (nella foto: la band nel 1986): il gruppo fiorentino fondato nel 1980 dal bassista Gianni Maroccolo e dal chitarrista Ghigo Renzulli, con Piero Pelù come vocalist, partecipò alla prima edizione di RTI che si svolse l'11 e il 12 giugno '86 a Milano (Odissea 2001).

DIAFRAMMA: da Firenze, cominciarono a suonare alla fine degli Anni '70 guidati da Federico Fiumani, chitarrista fortemente influenzato dal punk britannico. Anche loro erano in gara a RTI nell'86. Dopo numerosi cambi di formazione e un temporaneo scioglimento, sono tornati sul palco sempre con Fiumani come leader e sono ancora in attività. 

VIDIA: il gruppo, che prendeva nome da un ponte del capoluogo toscano che si trova sulla confluenza tra il fiume Arno e il torrente Mugnone, era composto da Enrico Greppi (voce), Alberto Agnelli (chitarra), Massimiliano Rossi (basso), Alessandro Gerbi (percussioni) e Roberto Zamagni (batteria, che ha poi militato nei Negrita). In gara a RTI tra il 4 e il 6 giugno '91 a Milano (Rolling Stone), si sciolsero poco dopo ma tutti i componenti hanno poi trovato posto in altre band come Bandabardò e Negrita. 

NEGRITA: nata a metà Anni '80, la band di Arezzo ha sempre potuto contare sul carisma di Paolo Bruni detto “Pau” (voce, chitarra, basso e armonica a bocca). Si esibirono nella settima edizione di RTI: era il 1994 e il “contest” li vide in azione prima a Milano (Idroscalo), poi a S. Colombano al Lambro (Canguro Music Box). 


BOMBA BOMBA: pistoiesi, veterani della musica reggae in Italia, parteciparono alle finali di RTI nel maggio del 1992 a Milano (Music Live Club Il Sorpasso) e vinsero il Premio della Critica.


Nell'agosto del 1996, Stefano Ronzani fu portato via all'età di 41 anni da un male tremendo e inesorabile. Io continuai per qualche anno a curare la direzione artistica di RTI, ma la mancanza di Stefano fu un colpo duro e alla fine dei Novanta lasciai quel ruolo, pur continuando a seguire la manifestazione per il mensile “Tutto Musica & Spettacolo”.
Tante altre band si sono avvicendate sul palco di Rock Targato Italia nelle finali regionali toscane e qui di seguito vi propongo quelle degli ultimi tempi.
2011: Wind Rose (Pisa; genere: metal) - Fahrenheit (Arezzo; hard rock) - Trauma Cranico (Lucca; rock) - Gonzaga (Lucca; indie rock elettronico) - Influsso (Pietrasanta; rock)
2012: Bramasole (Pisa; grunge) - Marascian Bleu (Firenze; rock) - Menabò (Arezzo; rock) - Il Re Deve Vederli (Massa; alternative) - Contratto Sociale Gnu-Folk (Lucca; folk rock) - Mosca nella Palude (Pisa; alternative rock)
2013: Acoustic Shampoo (Firenze; rock)
2014: Red Kino (Firenze; rock) - Erezed (Pisa; rock-prog) - La Malafede (Pisa; punk rock) – Baryonix (Livorno; garage rock)

Ed eccoci alla edizione di Rock Targato Italia 2015. Il “gemellaggio” con il Circolo S.O.M.S. di Palaia, che proprio in questi giorni ha aperto le iscrizioni al “contest” locale S.O.M.S. EXPERIENCE, porterà una delle 24 band partecipanti (che si daranno battaglia da gennaio ad aprile) direttamente alla fase finale prevista nel mese di settembre. 

Per saperne di più, cliccate sulla locandina che trovate nella home page di Qui News Valdera oppure leggete l'articolo nella Sezione Spettacoli.

Fausto Pirìto

LITFIBA - Febbre (Versione Live - 1986)
NEGRITA - Amazing Jam Live 1994 - Bologna

Articoli dal Blog “Musica e dintorni” di Fausto Pirìto