QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°15° 
Domani 19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 24 settembre 2017

MUSICA E DINTORNI — il Blog di Fausto Pirìto

Fausto Pirìto

FAUSTO PIRITO - Sulle strade del Pop (e non solo) con l'ex caporedattore di Tutto Musica & Spettacolo, già direttore artistico del contest Rock Targato Italia e garante del Festival della contaminazione BresciaMusicArt, ideatore e curatore del Tributo ad Augusto Daolio e del contest Soms Experience, autore dei libri “In viaggio con I Nomadi” e “Vasco in concerto”

​Una serata “in rosa” al Sete Sóis Sete Luas

di Fausto Pirìto - giovedì 02 marzo 2017 ore 13:11

La cantante franco-israeliana Eden Holan

Eccoci di nuovo insieme. E ripartiamo con la notizia ricevuta dal Centrum Sete Sóis Sete Luas di Pontedera, in cui si annuncia che la serata di mercoledì 8 marzo sarà dedicata alle donne, “omaggiandole con la musica e con i colori dell’arte”.

Gli organizzatori del Centrum ci fanno sapere che “protagonista di questo appuntamento sarà la cantante franco-israeliana Eden Holan. Nata a Parigi, cresciuta a Tel-Aviv, viaggiando in tutto il mondo e collaborando con noti musicisti, Eden si è distinta sulla scena musicale internazionale con uno stile unico che unisce le radici del jazz e le armonie con influenze brasiliane ai ritmi africani tradizionali. Le sue straordinarie doti vocali sono state paragonate a quelle delle leggendarie Sarah Vaughan, Ella Fitzgerald e Dinah Washington. Il suo repertorio comprende canzoni in inglese, francese, creolo, ebraico e portoghese. Eden ha già partecipato a moltissimi festival in Israele, Cina, Francia, Svizzera, Germania, Corsica, Madagascar, Stati Uniti e Isola de la Reunión”.

La voce di Eden sarà la colonna sonora della mostra “Lode alle donne” del pittore capoverdiano Zelito. “Le sue opere”, si legge nel comunicato del Centrum, “si distinguono per l’utilizzo di volumi geometrici, di colori, linee e arabeschi che si incrociano e si compenetrano. Molti i riferimenti all’orfismo di Delaunary e Duchamp, con le loro composizioni frammentate, i rapporti ritmici fra luce colore e movimento, che finiscono per rompere con i dogmi e le cristallizzazioni pittoriche. I quadri di Zelito si caratterizzano essenzialmente per i linguaggi cubisti, con immagini intersecate in volumi di colori complementari che si dissolvono in nuances di tonalità diverse creando spazi di luce e di ombra. Donne 'scomposte' che raccontano tutta la complessità e la ricchezza del mondo femminile delle isole di Capo Verde. Molti gli sguardi e i punti di vista in una serata che, come nella migliore tradizione Sete Sóis Sete Luas, sarà ricca di incontri, scambi culturali, musica e grande arte”.

Occasione da non perdere, dunque. L'ingresso al Centrum Sete Sóis Sete Luas (Viale Piaggio, 82) è libero. Dopo la serata inaugurale dell'8 marzo, la mostra di Zelito potrà essere visitata dal lunedì al sabato (tutti i giorni fino alle ore 19) e anche la domenica (dalle ore 10:30 alle ore 13:30) fino a mercoledì 22. Per ulteriori informazioni: tel. 0587.731532; mail: info@7sois.org
Buona musica a tutti!

Fausto Pirìto

Eden Holan Marciac (France)- Official Clip
Blue Skies- Eden Holan

Articoli dal Blog “Musica e dintorni” di Fausto Pirìto