QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 23°32° 
Domani 21°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 23 luglio 2016

Attualità giovedì 14 gennaio 2016 ore 19:25

C'è anche un verde da adottare

È quello pubblico, fatto di aiuole, fioriere, spazi da recuperare: tutte aree da curare, abbellire, attrezzare e restituire all’intera collettività

CALCINAIA — Ad aver preso a cuore in totale gratuità alcuni di questi spazi diffusi sul territorio sono state al momento quattro associazioni locali: Commerciando Calcinaia, Aiuta Molunga, Agisco e Misericordia di Fornacette. A rendere possibile il loro intervento è stata l’amministrazione comunale, che da tempo lavora per promuovere e valorizzare simili iniziative di cittadinanza attiva.

“L’impegno dei cittadini nella gestione di spazi pubblici costituisce per la nostra amministrazione un traguardo di grande rilievo – dichiara il Sindaco del Comune di Calcinaia, Lucia Ciampi -. Da lungo tempo perseguiamo infatti questo obiettivo, ma solo oggi siamo riusciti a dargli una effettiva concretezza. Per raggiungere questo ottimo risultato in termini di civismo e partecipazione attiva è stata infatti fondamentale la buona volontà di alcune realtà che fanno parte dell’associazionismo locale. È questa la dimostrazione che, laddove l’individualità del singolo incontra una dimensione di gruppo come quella associativa, il senso civico trova la sua più completa e piena espressione”.

“I vantaggi per l’intera cittadinanza saranno molteplici – prosegue il Sindaco -. L’impegno dei volontari avrà infatti ripercussioni positive in termini sociali, culturali, educativi, ma anche estetici. Una cura dell’arredo urbano tanto scrupolosa, impossibile da realizzare se demandata esclusivamente alle risorse e alle possibilità della pubblica amministrazione, renderà infatti i nostri paesi più belli, dunque più vivibili”.

Le quattro associazioni “apripista” avranno ruoli e compiti differenti, ciascuna in base al proprio specifico raggio di azione e alle proprie possibilità.

“Grazie a questa opportunità offerta dal Comune, la Misericordia di Fornacette – precisa la governatrice, Cinzia Maniscalchi -, potrà dare maggior valore e visibilità alle attività di giardinaggio svolte dai ragazzi con disabilità che partecipano al progetto H Verde. Con le piante e i fiori da loro coltivati verrà infatti abbellita e curata la passerella del Canale Emissario, a Fornacette”.

L’associazione Aiuta Molunga si occuperà invece della pista ciclabile. “Il nostro impegno – sottolinea il presidente, Massimo Pardossi - sarà quello di tenere pulito un tratto della pista ciclo - pedonale che si snoda da Piazza Timisoara verso via della Lucchesina. Penseremo noi a togliere rifiuti abbandonati, tagliare l’erba e annaffiare gli alberi che la costeggiano”.

Le fioriere di via Vittorio Emanuele saranno adottate dall’associazione Commerciando Calcinaia. “Ci adopereremo per dare un tocco floreale al corso che attraversa il cuore del capoluogo – assicura la presidente Mina Risola -, curando e valorizzando le fioriere presenti”.

Ambizioso il progetto presentato da Agisco, che già si è messa all’opera per offrire al quartiere di Oltrarno uno spazio di gioco, aggregazione e sport per grandi e piccoli. “Il Comune – dichiarano la presidente, Tania Paoli, e il vicepresidente, Aldo Macchi - ci ha affidato uno spazio attualmente inutilizzato che si estende per circa 2 chilometri quadrati tra via Case Bianche e via Maremmana. Abbiamo in programma la sua trasformazione in un’area polivalente, capace di ospitare uno spazio adibito a parco giochi con altalene e giochi a molla, uno all’attività ginnica, con attrezzi per il fitness, uno a campo di pallavolo e, infine, un’area relax, con panchine e tavoli. Abbiamo già effettuato la pulizia del terreno: nei prossimi mesi procederemo con una raccolta fondi per coprire le spese delle attrezzature, che successivamente installeremo. L’inaugurazione è prevista nella primavera 2016”.

“Quello raggiunto non costituisce però un punto di arrivo – puntualizza il Vicesindaco, Roberto Gonnelli -, bensì di partenza. L’auspicio è infatti che sempre più gruppi, spinti dal prezioso esempio offerto dalle associazioni aderenti, possano rendersi disponibili per la cura di spazi comuni. È infatti in questo modo che sarà possibile segnare un’inversione di tendenza rispetto all’imbarbarimento e all’inciviltà che sta prendendo sempre più piede, anche sul nostro territorio”.

A incontrare la gratitudine dell’amministrazione non sono però le sole associazioni “adottive”. A mettere beni ed energie a frutto della collettività sono stati anche due singoli cittadini. Si tratta di Bruno Bacchereti, che ha realizzato il restyling delle aiuole di Piazza Manin e di quelle che circondano la Rsa “Sorelle Migliorati”, e Giuseppe De Martino, che ha trasformato un’area di sua proprietà in Oltrarno in campo da calcio, in cui tutti i bambini della zona possono giocare.

Tag