QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°29° 
Domani 18°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 27 giugno 2016

Attualità mercoledì 24 febbraio 2016 ore 10:30

Il secondo secolo di vita di Amalia

La longeva cascianese doc ha spento ieri le sue 101 candeline con una festa in famiglia che continuerà fino al weekend

CASCIANA TERME LARI — Con una piccola cerimonia in famiglia Amalia Brunetti Lazzerini ha spento ieri la prima candelina del secondo secolo di vita.

Amalia è cascianese doc, è nata nella cittadina termale allo scoppio della prima guerra mondiale, 101 anni fa, da papà Brunetto e da mamma Giuseppina che si erano conosciuti a Spotorno, durante il servizio militare del padre di Amalia, e non ha mai lasciato la sua città natale.

Nel 1945 Amalia sposa Ivo Lazzerini che rimarrà al suo fianco, fino al 2008, quando morì lasciandola vedova.

Primogenita di 9 figli, 8 femmine ed 1 maschio, ha vissuto le due grandi guerre e ha conosciuto presto il dolore per la perdita dell’unico fratello Orlando, disperso nella campagna di Russia durante la seconda guerra mondiale.

Ha due figli, tre nipoti, e quattro pronipoti.

A Casciana Terme la conoscono tutti: per 25 anni è stata la custode delle scuole elementari di Casciana Terme, barista delle Terme e della Baracchina, ma soprattutto Amalia è conosciuta per le sue doti culinarie, passione e punto forte di una vita.

Amalia racconta che a Casciana era apprezzata e ricercata da tutti per cucinare ai matrimoni, alle comunioni, ai pranzi di gala, che come da usanza venivano svolti in casa, e che tutti i paesani, prima o poi, si sono leccati i baffi con i suoi manicaretti.

Nonna Amalia, con i suoi 101 anni, senza dimostrarli, ha mantenuto il suo carattere dolce, un discreto sorriso e una straordinaria accoglienza.

E’ in perfetta forma fisica e mentale e quando gli amici le domandano come sta, lei scuote la testa ripetendo una frase che suona come un monito Eh, la gioventù è passata e non torna più”.

Ma la festa non è finita e domenica prossima Amalia sarà festeggiata dai suoi familiari, che non mancano di circondarla di affetto e tante attenzioni, con un pranzo di gala intorno alla tavola di un ristorante.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata

Tag