QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 5° 
Domani -1°8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 06 dicembre 2016

Spettacoli mercoledì 16 marzo 2016 ore 18:30

Le scuse non bastano contro la violenza

Alla Città del Teatro due giorni di eventi contro violenza di genere e stereotipi. In scena gli spettacoli 'Io femmina e tu?' e 'Italian numbers'

CASCINA — Due giorni contro la violenza sulle donne e a favore della democrazia di genere. "Le scuse non bastano. Contro stereotipi, discriminazioni e violenza di genere" è il tema che accomuna gli eventi programmati nella due giorni, che mirano a far riflettere sul rispetto delle differenze.

Sabato 19 marzo alle 18,30 spazio alla forza dirompente dell’ironia (che è donna) conIo femmina, e tu?, realizzato con la Fondazione Sipario Toscana Onlus. Un breviario comico-poetico sugli stereotipi di genere, di Fabrizio Cassanelli, con Federico Raffaelli e Laura Rossi, per la regia di Letizia Pardi e Francesca Pompeo. Un ring colorato, guantoni, sgabelli e asciugamani. Un maschio e una femmina. Una coppia che si allena e sperimenta energia, forza, sveltezza, furbizia, gioco e scherzo e con il mettersi alla prova cerca qualche risposta: uguali? Simili? Differenti? Che importanza ha? Spettacolo adatto dai 7 anni in su.

Sempre sabato ma alle 21, va in scena Italia numbers un viaggio in Italia con la radio accesa, raccontata con le parole tratte del testo teatrale di Stefano Massini L’Italia s’è desta, e dal Manuale per ragazze di successo di Paolo Cognetti, scandito dalla voce incantatrice di Isabella Ragonese e dalla musica di Cristina Donà per una produzione Cronopios.

Partendo da un elenco di dati tecnici, freddi e disturbanti, che disegnano il nostro rapporto Italia, si vanno a raccontare le vittime ignote che si aggiungono al pallottoliere della cronaca usa e getta. Le loro storie come scatti fotografici in giro per il Bel Paese, cartoline fatte di carne, parole e suoni per non dimenticare. Frammenti, tracce di storie italiane, di italiane, che parlano di una violenza in crescita allarmante. Storie di italiane in apnea, schiacciate da troppo poco amore. Il progetto, ideato da Isabella Ragonese, è una creazione originale per il “Giardino della Memoria”, trasmesso su radio 3 Rai in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Per “Effetto collaterale”: a fine spettacolo le artiste incontreranno il pubblico. Partecipa Rosanna Pugnalini, Presidente della Commissione pari opportunità del Consiglio regionale della Toscana, coordina il giornalista Rai e autore Alberto Severi.

Domenica 20 marzo in programma una fitta giornata articolata tra mostre, letture, laboratori e perfomance, con le associazioni del territorio: Mimes, Lapis, Compagnia L’Anello. Approfondimenti sul sito www.lacittadelteatro.it

Tag