QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 22°34° 
Domani 20°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 27 luglio 2016

Attualità mercoledì 29 aprile 2015 ore 16:45

Christian, già raccolti oltre 4mila euro

Fino a domenica 3 maggio si può donare. Il piccolo pontederese necessità di un olio costoso per alleviare le sofferenze. Interviene anche Enrico Rossi

CALCINAIA — Una solidarietà che travalica le questioni di tifo col solo, grande, obiettivo di aiutare un bambino e la sua famiglia.

“Speriamo di riuscire, con questa raccolta, a coprire per qualche mese le spese della famiglia di Christian” avevano detto gli organizzatori del gruppo Insieme per Christian sabato 25 aprile, seduti al banchetto del concerto del comitato XXV aprile di Fornacette.

Il risultato sembra centrato e superato: “A oggi, mercoledì 29 aprile abbiamo raccolto oltre quattromila euro, la raccolta finisce domenica e c'è ancora tempo per fare meglio. Puntiamo a cifra tonda, devono ancora rientrare numerose scatole di raccolta, esposte in varie attività della zona”. Domenica 3 maggio alle 18,30 a Fornacette, di fronte al negozio Tifo Pisa, ci sarà la consegna del ricavato alla famiglia del piccolo.

Christian, affetto dalla rarissima Cdkl5, ha bisogno di un costoso olio con estratti di cannabis che allevia i dolori e i frequenti attacchi epilettici.

La catena di solidarietà, nata per prima dai tifosi del Pontedera, si è poi allargata a quelli del Pisa, del Livorno, del Tuttocuoio, del Venezia, dell'Ascoli e di numerose altre società sportive e gruppi di tifosi, anche di altri sport, come l'hockey.

Anche il calciatore pisano Diego Fabbrini (che oggi gioca in Inghilterra) ha fatto un bonifico definito “sostanzioso” dagli organizzatori della raccolta. I giocatori del Pisa hanno messo insieme oltre mille euro.

Anche il presidente della Regione Enrico Rossi si è interessato alla vicenda, questa la risposta data al responsabile degli ultras granata Simone Mareschi che aveva scritto a Rossi: "Caro Simone,

prima di tutto devo precisare che non posso dare informazioni dettagliate dovendo tutelare la privacy del bambino.
In ogni caso il responsabile del Settore Politiche del Farmaco dell’ Assessorato per il Diritto alla Salute è in contatto con un'associazione che si è interessata del caso.

Per attivare le procedure per la concessione del prodotto è necessario che il piano terapeutico dell’Ospedale Gaslini confermi, con evidenze scientifiche, la necessità del farmaco. La Regione è in ogni caso a conoscenza della questione e la stiamo seguendo attivamente".

Tag