QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 25 novembre 2017

Attualità venerdì 18 settembre 2015 ore 09:00

Fate largo, passa il Gran Premio Nuvolari

Farà sosta a sabato 19 settembre la seconda tappa del Gran Premio Nuvolari L'appuntamento alle 10 in piazza Garibaldi

CASCIANA TERME LARI — E’ per sabato 19 settembre alle 10 in piazza Garibaldi a Casciana Terme, l’appuntamento per la sosta della seconda tappa del Gran Premio Nuvolari. La tappa che prenderà il via alle 7 da Forte dei Marmi transiterà per Pisa, Livorno, Siena, Arezzo e Urbino e si concluderà a Rimini, alle 18,30 circa.

Questa la formula della 25esima riedizione del Gran Premio: una tre giorni a carattere internazionale con mille chilometri da percorrere lungo le strade più belle d'Italia.

Le 330 circa auto storiche in passeggiata quest’anno sono state costruite tra 1919 e il 1969, e molte di loro provengono dall'estero.

Un prestigioso omaggio a quello che è ritenuto il più grande, ardimentoso e tenace dei loro predecessori: il leggendario Tazio Nuvolari.

Il Gran Premio Nuvolari, istituito nel 1991 quale rievocazione della storica competizione nata da una variazione della mitica Mille Miglia, deviata a Mantova, permette ai piloti delle giovani generazioni di cimentarsi sulle vetture che scrissero la storia.

“E' una soddisfazione essere riusciti dopo diversi anni a riportare a Casciana la tappa del Gran Premio Nuvolari. - commenta il sindaco di Casciana Terme Lari Mirko Terreni – e per questo ringrazio tutti gli organizzatori, in particolare chi si è adoperato per riportare sul territorio questa importante manifestazione. Invito tutti gli appassionati a venire sabato a godersi questo spettacolo unico nel suo genere, in cui sfileranno le automobili che hanno fatto la storia di 50 anni”.

Cenni storici tratti dal depliant ufficiale della manifestazione

“La scomparsa di Tazio Nuvolari, avvenuta l'11 agosto 1953, destò grande sensazione in tutto il mondo, in particolare, commosse gli uomini della Mille Miglia, Renzo Castagneto, Aymo Maggi e Giovanni Canestrini, i tre che con Franco Mazzotti, scomparso durante la II Guerra Mondiale, avevano ideato e realizzato la "corsa più bella el mondo". Castagneto, il deus ex machina della Mille Miglia, ed i suoi amici erano autenticamente legati al pilota mantovano, non solo per l'affetto e la stima per l'uomo e l'ammirazione che provavano per il grande campione, ma anche per i sentimenti di riconoscenza che gli attribuivano, per essere stato tra coloro che, con le proprie gesta, avevano maggiormente contribuito all'inarrestabile crescita della loro creatura. Per onorarne la memoria, il percorso tradizionale della Mille Miglia venne modificato così da transitare per Mantova. Da allora, venne istituito il Gran Premio Nuvolari, da destinare al pilota più veloce e quindi da disputarsi sui lunghi rettilinei che percorrono la pianura Padana, partendo da Cremona e transitando per Mantova, fino al traguardo di Brescia.

Oltre alle quattro edizioni storiche svoltesi dal 1954 al 1957 e volute dagli organizzatori della 1000 Miglia, oggi si sono disputate 24 rievocazioni del Gran Premio Nuvolari, la formula, regolarità internazionale riservata ad auto storiche. Dal 1991, i soci fondatori di Mantova Corse, Luca Bergamaschi, Marco Marani, Fabio Novelli e Claudio Rossi, continuano nella medesima opera tramandata dai leggendari fondatori della 1000 Miglia. Il fine, lo stesso: consentire ai piloti delle nuove generazioni di cimentarsi sulle vetture che scrissero la storia di quei giorni, rendendo omaggio al più grande, al più ardimentoso al più audace dei loro predecessori: il leggendario Tazio Nuvolari.”

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Lavoro

Attualità