QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 6° 
Domani -3°7° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 08 dicembre 2016

Politica mercoledì 24 febbraio 2016 ore 18:30

Discarica di Buriano, Macelloni apre all'Asv

Renzo Macelloni

In una lettera aperta inviata ai Comuni soci della società che gestisce il sito in Valdicecina il sindaco di Peccioli si offre per una collaborazione

PECCIOLI — Dialogo e collaborazione. E' questo, in estrema sintesi, quel che offre il sindaco di Peccioli Renzo Macelloni attraverso una lettera aperta indirizzata ai sindaci dei Comuni soci di Asv, la società partecipata che gestisce il sito della discarica di Buriano dopo che nei giorni scorsi è stata resa nota la decisione di cedere un ramo dell'azienda e indire un bando per raccogliere progetti sulla gestione di rifiuti non pericolosi.

Ai colleghi di Volterra (ndr, anche se Buselli è stato l'unico sindaco che ha votato in modo contrario alla decisione di Asv), Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina, Montecatini Val di Cecina e Casale Marittimo il sindaco di Peccioli scive:

"Nelle ultime settimane si è aperto un dibattito intorno alla discarica di Buriano, in particolare sulla gestione post mortem dell’impianto e sullo smaltimento dei rifiuti da parte dei Comuni facenti parte dell’Azienda Servizi Val di Cecina a seguito della circolare Orlando e dell’ordinanza del Presidente della Regione Toscana circa le procedure di trattamento dei rifiuti prima di essere conferiti in discarica.

In questo dibattito, a più riprese, è stata chiamata in causa la Belvedere S.p.A. (società che opera nel Comune di Peccioli e che dallo stesso Comune è partecipata al 62% del capitale e per il restante, come ormai noto, da oltre 900 piccoli azionisti prevalentemente cittadini del nostro territorio) perché indicata dall’ordinanza regionale come luogo per il trattamento meccanico biologico degli RSU e per il conseguente smaltimento in discarica della parte residuale.

L’obbligo di trattare gli RSU ha prodotto un aumento del costo del servizio, aumento che ovviamente risulta essere più consistente in quei Comuni che godevano di un servizio a costi più bassi, ovvero per i Comuni del Parco Alta Valdera, Peccioli compreso, per il Comune di Volterra e per i Comuni della Val di Cecina.

Appare quindi comprensibile la vostra preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare, anche se inevitabile; nel caso poi della Val di Cecina si aggiungono le preoccupazioni per la gestione post mortem della discarica di Buriano, ormai non più utilizzabile in assenza di un impianto di pre-trattamento e per la concomitante chiusura disposta dalla Provincia di Pisa a causa di problemi gestionali.

L’impianto di Buriano, come è noto, non è stato incluso nell’ordinanza regionale come destinatario di flussi di rifiuti sia per l’esaurimento delle volumetrie ma anche per l’alto costo dell’investimento per la costruzione di un impianto, ormai indispensabile, di pre-trattamento rifiuti (TMB) ai piedi della discarica; progetto antieconomico per i Comuni e per gli stessi cittadini.

Sono convinto che se da parte dei Comuni facenti parte dell’Azienda Servizi Val di Cecina e della stessa ASV S.p.A. si creassero su queste problematiche le condizioni per una seria discussione con il Comune di Peccioli e conseguentemente con la Belvedere S.p.A., troveremmo sicuramente una soluzione che potrebbe rappresentare un giusto equilibrio per i cittadini e per tutto il nostro territorio.

Per quanto di mia competenza, all’interno di un quadro istituzionale di grande collaborazione, mi rendo disponibile ad essere parte attiva per una soluzione seria e condivisa e rimango a disposizione per qualsiasi vostra considerazione".

Cordiali saluti,

Renzo Macelloni

Tag