QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13°27° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 28 maggio 2016

Attualità venerdì 18 marzo 2016 ore 18:09

Le zanzare si cacciano coi pipistrelli

Ai giardini pubblici in via dei Mille parte il progetto per la lotta biologica ai fastidiosi insetti. Installati una serie di rifugi artificiali

PONSACCO — Un pipistrello può mangiare duemila zanzare in una notte. Da questo fatto si è sviluppato il progetto “Un Pipistrello per amico” per la lotta biologica alle zanzare. 

L'associazione “Eliantus - volontari per l'ambiente”, promotrice dell'iniziativa, ha donato all'amministrazione comunale tre Bat-Box, ovvero rifugi artificiali per pipistrelli, le cui caratteristiche tecniche sono il risultato di una ricerca scientifica organizzata dall’Università la “Specola” di Firenze a partire dal 2007, coadiuvata dalla partecipazione attiva dei cittadini e con la collaborazione di Unicoop Firenze.

Il progetto di lotta biologica alle zanzare, patrocinato dall’ assessorato all'ambiente del Comune di Ponsacco, si basa proprio sugli studi della Specola, riguardanti l’utilizzo dei pipistrelli come predatori delle zanzare. Un pipistrello di 20 gr può arrivare a cacciarne fino a 2000 ogni notte.

“I pipistrelli sono un ottimo antagonista naturale di zanzare e insetti vari, per cui la loro diffusione è un ottimo sistema per tenerne a bada il numero - ha spiegato Monica Mariani presidente di Eliantus - gli stessi rientrano a pieno titolo nelle tecniche di lotta biologica contro zanzare, insetti e parassiti, evitando l’uso di pesticidi e insetticidi chimici che, negli anni, ne ha aumentato la resistenza, comportando un uso maggiore di prodotti sempre più dannosi per l’ambiente e in definitiva per noi stessi”.

“Vogliamo far conoscere il valore e la bellezza della biodiversità, attraverso un programma di educazione ambientale per bambini e famiglie ed in questo si inseriscono i pannelli che verranno installati ai giardini con notizie sulla lotta biologica alle zanzare”, ha detto Giacomo Brogi, responsabile del progetto dell’associazione Eliantus.

“Come amministrazione comunale ringraziamo Eliantus per l'ideazione del progetto che oltre alle bat box prevede anche l'installazione, sempre ai giardini, di tre leggii in legno con pannelli illustrativi e informativi sulla lotta biologica alle zanzare e notizie sui pipistrelli - ha spiegato l'assessore all'ambiente Emanuele Turini - questi pannelli hanno lo scopo di educare e sensibilizzare alle buone pratiche ambientali e questo progetto, in particolare, si inquadra nella serie di iniziative intraprese in questi anni dall'amministrazione comunale, sempre rivolte alla promozione e allo sviluppo di una maggiore cultura dell'ambiente”. 

"Nel resto del territorio - ha proseguito l'assessore - verrà attivata, come di consueto, la disinfestazione delle zanzare sia con intervento larvicida che adulticida”.

Sul sito del Comune (sezione ambiente) è scaricabile il vademecum per la lotta biologica alle zanzare attuabile dai cittadini. L'amministrazione ha precisato che nelle città più del 70 per cento dei focolai di zanzara tigre si trova in area privata.

Tag