QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 22°32° 
Domani 20°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 01 luglio 2016

Attualità martedì 29 dicembre 2015 ore 19:30

Adesso il posto auto si cerca su Google

Foto di Piero Frassi (da Fb)

Tante innovazioni in arrivo. Grazie al motore di ricerca sarà più facile il posteggio dei disabili. Si potrà pagare la sosta blu col telefonino

PONTEDERA — Mappatura dei parcheggi per i disabili, anagrafe delle biciclette, abbonamenti parcheggio con Qr e a breve anche la possibilità di pagare il parcheggio blu col telefonino.

Sono le novità presentate questa mattina in sala consiliare dall'Amministrazione insieme all'azienda che gestisce i parcheggi Siat, al comandante della polizia locale Michele Stefanelli, alla Banca popolare di Lajatico e alla Orange Button.

“La nostra direttiva è quella di non limitarci alla gestione dei parcheggi – ha detto il sindaco Simone Millozzi – così oggi presentiamo servizi innovativi.

Le innovazioni riguardano anche i disabili che, grazie a una collaborazione con Google, potranno individuare rapidamente i parcheggi dedicati in città: “Ci hanno fornito il software – ha spiegato Massimiliano Nassi di Siat - gli abbiamo mandato una mail con una richiesta. Ci hanno risposto da Dublino e dopo poco tempo abbiamo incontrato gli esponenti dell'azienda”.

Altre novità riguardano gli abbonamenti per la sosta blu, il tagliando sarà un QrCode e una nuova anagrafe, quella delle biciclette: “Ci stiamo portando su delle piattaforme web – ha continuato Nassi - per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Siamo stati i primi in Italia ad avere un archivio dei contrassegni per i disabili. Il censimento e la taggatura delle bici per adesso sarà volontaria. Il costo del tag è di circa 10 euro. Sarà un Rfid (un tag) passivo, e costerà poco. Per bici di valore ci vorrà invece Rfid attivo che, attraverso il Gps, individuerà il posizionamento della bici”.

Soddisfatto il comandante Stefanelli: “Ci hanno chiamato da Roma, Ferrara, Novara, Biella e da varie parti d'Italia per i nostri progetti. Anche il progetto del contrassegno dei disabili è innovativo, la regione ci aveva selezionato (Pontedera e Capannoli) come tester insieme ad altri sei Comuni. Ma qui lo facciamo già il contrassegno, non c'è da testare. Con questo sistema abbiamo anche il numero di cellulare e possiamo chiamare i proprietari in caso di bisogno (non si possono togliere col carroattrezzi le auto dei disabili, ndr). E per il 2016 abbiamo in serbo grosse novità”.

Le tariffe per la sosta blu rimarranno invariate anche nel 2016 e tra pochi mesi sarà possibile pagare la sosta effettiva con un'applicazione sullo smartphone. Stefanelli ha ringraziato la Bplaj: “Abbiamo bussato a diversi istuti bancari e loro sono stati gli unici ad ascoltarci e dare un contributo”.

René Pierotti
© Riproduzione riservata

Tag