QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°12° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 23 maggio 2018

Politica giovedì 15 marzo 2018 ore 17:40

Ciampi vola a Roma, chi guiderà l'Unione Valdera?

I sindaci dell'Unione Valdera. Da sinistra: Carmassi, Gherardini, Ciampi, Terreni, Cecchini e Lari (manca Millozzi)
I sindaci dell'Unione Valdera. Da sinistra: Carmassi, Gherardini, Ciampi, Terreni, Cecchini e Lari (manca Millozzi)

Con la sindaca eletta in parlamento è preso seriamente in considerazione un avvicendamento al vertice dell'ente di via Brigate Partigiane. Il totonomi



PONTEDERA — Per adesso Lucia Ciampi non ha detto di voler lasciare la presidenza dell'Unione Valdera. Ma è possibile che, visto gli impegni di sindaca, parlamentare e appunto Presidente dell'Unione, siano i sei colleghi dell'ente sovracomunale (Millozzi, Carmassi, Gherardini, Terreni, Cecchini e Lari) a chiederle una riflessione e un passo indietro.

L'Unione Valdera ha vissuto una fase molto tribolata a cavallo tra il 2015 e il 2016. Processo che ha portato alla scissione dei quattro Comuni dell'Alta Valdera e all'abbandono di Ponsacco. Dopo quel ridimensionamento, l'Unione, guidata dall'allora sindaco di Bientina Corrado Guidi, ha cercato di rilanciarsi puntando sulla maggiore veicolazione pubblica delle attività compiute

E' dunque possibile e sensato che gli altri sei sindaci sentano la necessità di dare una guida più presente all'ente di via Brigate Partigiane.

Ma chi potrebbe essere il successore di Ciampi? Fino ad ora il criterio adottato è stato quello di eleggere il sindaco più vicino alla fine del mandato. Seguendo questo ragionamento sarebbe Millozzi ma il sindaco pontederese è già stato in passato presidente dell'Unione.

La scelta allora potrebbe cadere su Alessio Lari, renziano sindaco butese al secondo mandato dopo l'elezione del 2016 (è stato anche segretario del Pd pisano). Cecchini (Capannoli), Gherardini (Palaia), Terreni (Casciana Terme Lari) e Carmassi (Bientina) sono invece tutti al primo mandato.

C'è da dire però che ci sono almeno altri due nomi da tenere in conto: uno è quello del vice presidente dell'Unione, Marco Gherardini, nominato da Guidi e confermato poi da Ciampi, l'altro è quello di Mirko Terreni che, a quanto si apprende, sarebbe molto interessato a questa carica.

Chiunque prenderà il posto della Ciampi dovrà comunque fare i conti con una realtà politica cambiata nel paese, con un bilancio dell'ente su cui continuano a gravare i costi della vecchia Unione a 14 (sede, personale ecc..); dovrà ricucire un rapporto con l'Alta Valdera che guarda sempre più verso Volterra e soprattutto legittimare il proprio ruolo con azioni concrete che non disperdano ma aumentino il valore socioeconomico e culturale che la Valdera si è guadagnata nel secolo scorso con scelte visionarie. In due parole dovrà "fare politica".

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità