QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 22°38° 
Domani 20°36° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 26 agosto 2016

Attualità venerdì 11 marzo 2016 ore 11:30

Cobas e Usb commentano l'incidente mortale

Errico Formisano con l'attore Biagio Izzo

Le due realtà esprimono cordoglio per la morte di Errico Formisano, morto mentre scaricava una scenografia al magazzino del Teatro Era

PONTEDERA — "Apprendiamo con grande rabbia e dolore la notizia dell'ennesimo infortunio mortale sul lavoro. Non conosciamo l'esatta dinamica dell'incidente ma siamo certi che non si tratti di mera casualità perchè le morti sul lavoro non sono mai casuali". Così si esprono i Cobas pisani sul tragico episodio che ha visto la morte di Errico Formisano, 37 anni, originario di Napoli, mentre scaricava materiale scenografico.

I Cobas vanno anche alla ricerca delle possibili cause di un simile incidente: "Spesso sono da ricercare nei ritmi e nei tempi di lavoro con operazioni condotte in poco tempo senza sicurezza - scrivono in una nota - nel numero ridottissimo degli operai addetti al trasporto delle scenografie, nella ricerca di abbassare il costo del lavoro ricorrendo a personale non specializzato e senza formazione". E ancora: "Nei tempi di guida del personale che tra carico e scarico del camion, prima e dopo uno spettacolo teatrale, in molti casi resta senza dormire anche per 24 ore. In assenza di personale in numero adeguato e di procedure di sicurezza da seguire alla lettera, il carico e lo scarico avviene senza rispettare le normative di sicurezza".

"Molti dei lavoratori impiegati negli spettacoli sono pagati a giornata - continuano i Cobas - i contratti sono fermi da anni, la paga è bassa. In assenza di sicurezza, di rispetto delle normative, di un salario adeguato, di forza lavoro in numero adeguato alle necessità crescono gli infortuni sul lavoro. Una situazione sempre piu' drammatica acuita anche dai tagli del Governo alla cultura".

Anche il coordinamento Piaggio Sole usb esprime a nome di tutti i lavoratori cordoglio e vicinanza per la dolorosa perdita alla famiglia di Formisano: "Come lavoratori non possiamo rassegnarci all'idea che il lavoro oggi possa essere causa di morte. Migliorare le condizioni di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro deve essere un obbiettivo condiviso che richiede la costante attenzione di tutte le parti interessate e delle istituzioni - scrivono. - È un impegno di civiltà a cui non intendiamo sottrarci e vogliamo condividere con tutto il territorio di Pontedera".

Tag