QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 21° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 17 ottobre 2017

Attualità martedì 10 ottobre 2017 ore 17:15

Panchine e giochi, come se fossero nuovi

Il Giardino dei Pini riqualificato grazie al progetto Restituzione. Millozzi: "Buon lavoro dell'assessore Cecchi e della cooperativa Ponteverde"

PONTEDERA — Sembrano nuove le panchine e nuovi i giochi del Giardino dei Pini. Ma non sono nuovi, sono stati sistemati, con cura, dai volontari e dai lavoratori della cooperativa Ponteverde, grazie al progetto Restituzione guidato dall'assessore alle politiche sociali Marco Cecchi.

L'inaugurazione del parco tirato a lucido è avvenuto oggi pomeriggio sotto un sole caldo e piacevole. Presente anche il sindaco Simone Millozzi: "Sottolineo il buon lavoro dell'assessore Cecchi - ha detto - che guida questo progetto nato come una scommessa".

Millozzi ha lodato il progetto Restituzione e ha reso nota la spesa che ogni anno il Comune sostiene per ripristinare arredi e giochi vandalizzati: "Ogni anno spendiamo 30-40mila euro. In città abbiamo tanti parchi e  sappiamo che il parco pubblico va controllato e presidiato altrimenti diventa preda dei vandali. Tutte le mattine un dipendente del Comune passa da tutti i parchi e verifica la situazione". Millozzi ha spronato i presenti ad essere cittadini attivi: "Credo si debba partire da piccoli gesti, come questo di oggi".

Cecchi, responsabile del progetto, ha parlato di questo intervento: "E' stato fatto dai lavoratori della cooperativa Ponteverde con il progetto restituzione, in cui famiglie aiutate dai servizi sociali impiegano 5 ore a settimana (per 150 euro mensili) a lavori per il bene pubblico". In questo caso c'è stato il recupero delle panchine e dei giochi del parco. Anche le staccionate sono state recuperate. Una panchina d'autore è stata realizzata in colore rosso da un'artista chiamata Anna. Tutti gli arredi sistemati sono riconoscibili da un piccolo geco, simbolo del progetto Restituzione.

Ai lavori ha collaborato anche l'associazione Giratempo. Il lavoro è durato due mesi. Ettore Ghirardi di Ponteverde ha seguito la parte tecnica ed ha fatto sapere che Ponteverde sta lavorando ad altri beni pubblici a Capannoli e in altri posti.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità