QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°16° 
Domani 11°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 21 aprile 2018

Politica lunedì 16 aprile 2018 ore 08:27

"Il Pd celebra lo smantellamento della sanità"

Dure critiche del M5s pontederese nei confronti di Saccardi, Mazzeo e Millozzi, presenti all'inaugurazione della nuova sala chirurgica al San Giuseppe



PONTEDERA — A pochi giorni dall'inaugurazione della nuova sala chirurgica del poliambulatorio San Giuseppe, gestito dalla Misericordia, inaugurazione alla quale erano presenti l'assessora regionale alla sanità Stefania Saccardi, il sindaco Simone Millozzi e il consigliere regionale Pd Antonio Mazzeo, parte l'affondo del Movimento 5 stelle. Per i grillini, infatti, c'è poco da festeggiare.

"Come suole ripetere da anni il governatore Rossi - hanno spiegato i pentastellati con una nota - la sanità Toscana è il non plus ultra, un vero fiore all’occhiello; lo è a tal punto che si sono scomodati addirittura in tre, Saccardi, Mazzeo e sindaco. per presenziare all’inaugurazione del nuovo reparto chirurgico ed endoscopico presso il nuovo poliambulatorio San Giuseppe della Misericordia di Pontedera". 

"Nelle parole degli esponenti del Pd - sottolineano dal M5s -, la felicità perché i cittadini non dovranno più attendere tempi biblici per accertamenti endoscopici ed interventi chirurgici di modesta entità. Si rileva un non colposo omissis: fino a poco fa tutti questi accertamenti e interventi venivano effettuati dalla sanità pubblica, all’interno del nostro ospedale dove venivano effettuati una media di 16 interventi al giorno in una sala chirurgica oggi dismessa, praticamente gli stessi interventi che da oggi in poi verranno effettuati presso questa struttura privata. Pardon non si tratta di sanità privata ma privato-sociale, una bella Cooperativa ci sta sempre bene a gestire il tutto. Tanto i soldi ce li mettono i cittadini. Il Pd si adopera sempre nel solito modo per dare risposta ai cittadini: la giustizia è lenta e non funziona: si depenalizzano i reati e si fanno decreti svuota carceri".

"La sanità ti costringe a liste di attesa improponibili, la soluzione è semplice - concludono -: si privatizza, anche se vorremmo sapere come sia possibile abbattere le liste di attesa chiudendo una struttura e aprendone un’altra con gli stessi operatori del Ssn di prima? Progressivamente la Regione Toscana sta applicando la delibera 239 del 14 marzo 2017, consegnando al privato convenzionato intere fette della sanità pubblica. La differenza tra noi e loro è evidente, noi difendiamo una sanità pubblica, universale e pagata con la fiscalità generale, loro vogliono commercializzare la nostra salute".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Attualità