QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 5° 
Domani 6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 05 dicembre 2016

Attualità giovedì 14 gennaio 2016 ore 18:45

Il vescovo incontra gli stranieri

Il vescovo Benotto

L'evento, organizzato dal Comune, si terrà alla saletta Carpi. Pertici: "Il segno dei tempi e di Papa Francesco". Diop: "In Valdera si vive in pace"

PONTEDERA — Nel segno di Papa Francesco il vescovo Benotto incontrerà sabato 16 gennaio alle 18, nella saletta Carpi di via Valtriani, le comunità straniere di Pontedera e della Valdera. L'importante iniziativa di integrazione, voluta dall'Amministrazione comunale, è stata presentata questa mattina.

Il vicesindaco Angela Pirri e il consigliere delegato all'integrazione Floriano Della Bella hanno sottolineato come l'integrazione sia uno dei punti cardine dell'Amministrazione pontederese.

Pietro Pertici della Tavola della Pace ha parlato dell'iniziativa con Benotto: “Questa occasione di integrazione è stata un'iniziativa di don Piero. Ma è anche e soprattutto il segno dei tempi, cioè del tempo di Papa Francesco”.

Alfonso Di Sandro era presente per rappresentare l'unità pastorale di Pontedera: “I sacerdoti sono a un corso di aggiornamento. L'obiettivo della chiesa è di creare una cultura di pace e questo è possibile valorizzando le diversità”.

Mamadou Diop, presidente della consulta degli stranieri, ha spostato l'attenzione sul livello di integrazione di Pontedera: “Qui si vive in pace, al massimo ci può essere qualche rissa. Ho vissuto a Parigi e ho visto come si sta lì. A Pontedera non c'è niente di simile. Sono molto orgoglioso di rappresentare tutti gli stranieri e i miei connazionali senegalesi, a maggioranza musulmana”.

Intanto l'Amministrazione ha reso noto che mercoledì 20 gennaio si terrà un seminario internazionale al Museo Piaggio dalle 15. L'argomento dell'evento è la presentazione del Progetto Paden che prevede un aiuto concreto da parte di amministrazioni locali a paesi in difficoltà come Nicaragua e Guatemale.

Tag