QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani -0°8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 11 dicembre 2016

Attualità sabato 13 febbraio 2016 ore 10:15

La buona scuola in Valdera, integrata e di qualità

Firmato all'Unione il nuovo patto di Comunità educante che punta a sviluppare un sistema formativo condiviso che valorizzi le risorse scolastiche

PONTEDERA — Consolidare e sviluppare un sistema formativo integrato e di qualità, attraverso la condivisione e valorizzazione di tutte le risorse scolastiche ed extrascolastiche presenti sul territorio. E' questo l'obiettivo del nuovo Patto di Comunità educante firmato nella giornata di ieri nella sala convegni dell'Unione Valdera durante l'incontro pubblico sulle prospettive della recente riforma della scuola.

In una sala affollata di insegnanti, sono intervenuti il presidente dell’Unione dei Comuni Corrado Guidi, il sindaco di Calcinaia con delega per istruzione e cultura all'Unione Lucia Ciampi, la presidente della Rete di scuole Costellazioni Daniela Pampaloni. Tutti hanno rimarcato l'importanza del lavoro di concertazione e cooperazione tra i diversi attori dell'universo scuola, lavoro che ha condotto il nostro territorio a realizzare progetti che vedono le istituzioni scolastiche e le amministrazioni locali lavorare fianco a fianco in vista di obiettivi condivisi.

Un'attitudine ad agire come un sistema integrato confermata anche dall'assessore regionale all'istruzione e formazione Cristina Grieco che ha riconosciuto ai progetti sviluppati in Valdera il valore di una sperimentazione innovativa cui la Regione guarda con la massima attenzione anche nella prospettiva di un futuro modello regionale.

Analogamente si è espresso pure il direttore generale dell’ufficio scolastico regionale per la Toscana Domenico Petruzzo che ha confermato, a partire dalla sua esperienza, l'importanza di una cultura di cooperazione interistituzionale per il conseguimento di risultati effettivi e duraturi.

Anche l'onorevole Maria Grazia Rocchi, deputata della VII commissione cultura della Camera, ha espresso il convincimento che il territorio della Valdera può ben essere considerato anticipatore di molti contenuti della Legge 107, che riforma profondamente la scuola. “Molti contenuti del Patto che sottoscrivete oggi ufficialmente – ha detto rivolgendosi agli amministratori e dirigenti scolastici presenti – sono espressione concreta degli indirizzi presenti nella riforma”. A conferma della sua valutazione, l'on. Rocchi ha letto ai presenti un messaggio del sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone, che assegna alla Valdera il ruolo di realtà innovatrice in campo scolastico, a partire dall'esperienza di “Senza Zaino”, rete con la quale il Ministero stipulerà a breve una convenzione di carattere nazionale.

Paolo Dario, Direttore dell'Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant'Anna, in partenza domani per il Giappone per un simposio governativo internazionale sulla robotica, ha evidenziato l'importanza, anche per un Istituto di Ricerca di livello internazionale, di rimanere strettamente collegato al territorio in cui è inserito. “La Scuola S. Anna – ha detto – è felice ed orgogliosa di mettersi a disposizione delle scuole del territorio, a partire dalla constatazione che gli studenti italiani sono tutt'oggi molto quotati - nelle diverse sedi internazionali - per la loro capacità e competenza.”

Tag