QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi -3°8° 
Domani -4°5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 17 dicembre 2017

Attualità mercoledì 06 dicembre 2017 ore 10:35

Multa a Forza Nuova, solidarietà a Millozzi

Mentre Fn annuncia di voler denunciare il sindaco, si moltiplicano le esternazioni pubbliche a favore dell'amministrazione pontederese

PONTEDERA — Il "modulo antifascista", da sottoscrivere per ottenere in concessione dall'amministrazione comunale gli spazi pubblici, continua a far discutere. Forza Nuova, che già l'ha sfidato apertamente mettendo in atto una manifestazione non autorizzata nella giornata di sabato, rimediando una multa, ha annunciato una denuncia contro il primo cittadino. Secondo il movimento di estrema destra, l'amministrazione comunale non può vietare "manifestazioni democratiche".

Immediata è arrivata la solidarietà dall'Anpi regionale. "Anpi Toscana - hanno scritto - esprime piena solidarietà e sostegno al sindaco di Pontedera Simone Millozzi. La Costituzione della Repubblica ripudia il fascismo, quindi la propaganda di idee razziste, antisemite e omofobe. E' quello che il Comune di Pontedera, come avviene in tanti altri Comuni d'Italia, chiede di sottoscrivere a chiunque voglia esprimersi negli spazi pubblici. L'annunciata denuncia di Forza Nuova è da considerarsi dunque fuori dal contesto civile e democratico".

Dello stesso tenore il comunicato diramato dall'Arci Valdera, che chiede anche una presa di posizione dalle forze politiche di centrodestra: "Crediamo che la destra debba senza ambiguità condannare pubblicamente il fascismo e riconoscersi in tutti quei valori quali la libertà, l'uguaglianza e la giustizia sociale, presenti nella nostra Costituzione e presidio di una qualsiasi forza che ambisca ad essere democratica, moderna e di governo. A Pontedera no, qui la destra nega la storia e si fa immortalare con una forza dichiaratamente fascista, razzista e omofoba. Bene hanno fatto il sindaco Simone Millozzi ed il consiglio comunale ad approvare una mozione che impegna chiunque faccia richiesta di spazi pubblici a dichiarare estraneità da fascismo, razzismo, xenofobia, omofobia. Un atto importante e fortemente simbolico che ci rende orgogliosi di far parte di questa comunità. Pontedera è antifascista e antirazzista, fatevene una ragione".

Preoccupazione è stata espressa anche dalla consigliera regionale del Pd pisano, Alessandra Nardini, che ha presentato una mozione affinché la Toscana introduca un divieto simile a quello varato a Pontedera ed in altri Comuni del territorio, in attesa della legge Fiano. "Sono pienamente d'accordo con il Ministro Orlando e con il Presidente Rossi - ha scritto Nardini -, condivido la loro preoccupazione rispetto ai pericolosi rigurgiti nazifascisti a cui stiamo assistendo nel nostro Paese, compresa la Toscana. Occorre una mobilitazione forte e coesa, che coinvolga tutte le forze che si riconoscono nei valori dell'antifascismo. Anche le istituzioni, a tutti i livelli, devono fare la loro parte".

"Non è certo nostra intenzione quella di riscrivere la storia, anzi. Vogliamo - ha sottolineato la consigliera - che le giovani generazioni conoscano bene le pagine più buie del nostro Paese, il ventennio fascista e tutto ciò che ne è conseguito. Sono altri coloro i quali provano a rinnegare o riscrivere quelle pagine, ma questo non può e non deve essere permesso. Ho presentato una mozione, che mi auguro venga discussa in aula quanto prima, in cui si chiede di non concedere l’utilizzo di sale e spazi pubblici ad associazioni o manifestazioni che si richiamano al fascismo o che abbiano orientamenti razzisti, xenofobi, antisemiti, omofobi e, in generale, discriminatori. Atti simili sono già stati, o saranno, discussi in molti consigli comunali. Anche su questo ci tengo a far chiarezza: nessun attentato alle libertà costituzionali, anzi. Non può certo ergersi a paladino della nostra bellissima Costituzione chi ha problemi a prendere le distanze dai disvalori del nazifascismo o da orientamenti discriminatori".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Cronaca