QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi -3°8° 
Domani -4°5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 17 dicembre 2017

Lavoro venerdì 17 novembre 2017 ore 18:00

Piaggio, parte la trattativa per l'integrativo

La sede dell'Unione industriale a Pisa, dove si è tenuto l'incontro

Fiom, Fim e Uilm: "Primo risultato positivo, estese a lavoratori Piaggio e Guzzi le tutele sanitarie di Metasalute". Commento dei tre sindacati su Usb

PONTEDERA — Nella giornata di oggi si è svolto all’Unione Industriali di Pisa il primo incontro per il rinnovo del contratto aziendale del gruppo Piaggio, tra la direzione Piaggio e le segreterie nazionali della Fim-Cisl Fiom-Cgil Uilm-Uil e le delegazioni delle Rsu di Fim-Fiom-Uilm degli stabilimenti di Pontedera, Scorzè, Noale e Mondello del Lario. 

Dell'incontro abbiamo già annunciato che la delegazione di Usb non è stata fatta entrare. Come spiegato dagli stessi esponenti Usb è stato "posto un veto dalle segreterie sindacali". Usb ha usato parole dure, usando l'imperativo "Fermiamoli" rivolto a Piaggio e alle tre sigle sindacali.

Su questo episodio Fiom, Fim e Uilm hanno commentato: "La delegazione sindacale trattante di Fim-Fiom-Uilm prende le distanze dalle dichiarazioni fatte dall’Usb. I delegati della Usb non possono considerarsi esclusi dal tavolo di trattativa della piattaforma di Fim, Fiom e Uilm, in quanto non possono essere parte della delegazione di altre organizzazioni sindacali. Del resto ricordiamo a tutti che la Usb aveva presentato una sua piattaforma ai lavoratori Piaggio, mesi prima di quella presentata unitariamente da Fim, Fiom e Uilm".

Riguardo invece all'incontro Fiom, Fim e Uilm hanno spiegato che "è la prima volta che si apre un confronto a livello nazionale che coinvolge l’intero gruppo e tutti gli stabilimenti italiani sulla contrattazione di secondo livello. Questo rappresenta un risultato importante sul piano sindacale, che ha consentito di illustrare tutti i punti della piattaforma Fim-Fiom-Uilm in maniera più completa in particolare sulle richieste sia relative ai temi inerenti alle prospettive industriali e occupazionali, che a quelle di miglioramento delle condizioni dei lavoratori in materia di natura salariale e normativa". 

"La direzione aziendale ha evidenziato in premessa - hanno ripreso da Fiom, Fim e Uilm- una serie di cambiamenti di contesto che hanno riguardato il Gruppo negli ultimi anni e che peseranno sulla trattativa. In particolare ha fatto riferimento alla forte contrazione del mercato europeo delle due ruote di circa 30-35 per cento, che ha comportato una contrattazione difensiva con uso degli ammortizzatori per salvaguardare i livelli occupazionali negli stabilimenti aziendali. Nello stesso tempo la direzione si è resa disponibile già dal prossimo incontro fissato per il 20 dicembre 2017 a dare risposte puntuali su tutti gli aspetti presenti nelle richieste presentate dalle organizzazioni sindacali. Le organizzazioni sindacali hanno ribadito la necessità di trovare, già da subito, una soluzione contrattuale alla richiesta presente in Piattaforma di estendere a tutti entro il 1 gennaio 2018 le coperture sanitarie del Fondo Metasalute, essendo queste molto più vantaggiose e a zero costi per le lavoratrici e i lavoratori, rispetto alla Polizza Unisalute di Piaggio e alla Cassa sanitaria di Guzzi". 

"L’azienda ha risposto positivamente pertanto, entro il 30 novembre, sarà necessario per Piaggio procedere con un accordo alla disdetta della Polizza Unisalute e per Guzzi all’interruzione della Cassa Interna. La delegazione di Fim-Fiom-Uilm ha giudicano positivamente questo importante primo risultato del negoziato che si è aperto con il Gruppo Piaggio, in quanto porterà già dal 1 gennaio 2018 numerosi benefici di tutela economica e sanitaria". 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Sport