QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 23 novembre 2017

Attualità sabato 21 novembre 2015 ore 10:23

Primo freddo, cosa fare con la caldaia?

Ecco i consigli della Cna: la prima regola è quella dei controlli fatti bene anche alla luce di tante novità nel settore

PONTEDERA — In arrivo con il primo vero freddo atteso dopo questo fine settimana, oltre ai soliti controlli annuali, anche una serie di adempimenti a carico dei cittadini, ci sono novità che interessano anche agli impiantisti e i manutentori di caldaie. E la CNA, in collaborazione con AEP, l’Agenzia Energetica della Provincia di Pisa, ha organizzato una serie di seminari per i professionisti del settore che vogliono stare al passo con le incessanti modifiche delle norme, i quali potranno così essere pronti per restituire le informazioni corrette ai propri clienti.

Prima accensione della caldaia, cosa fare?

Prima regola: fare controllare annualmente la propria caldaia (come indicato dalle case produttrici di caldaie e dagli installatori e manutentori) per la sicurezza ed il buon funzionamento del proprio impianto di riscaldamento; far fare dal proprio manutentore l’analisi dei fumi di combustione con relativo Rapporto di Efficienza Energetica con applicazione di bollino con cadenza come riportato nella nuova Delibera Regionale e nel DPR 74/2013 a seconda della potenzialità termica della caldaia, della sua collocazione all’interno dell’appartamento e a secondo della sua data di installazione. A giorni entrerà in vigore una nuova Delibera Regionale che porterà dei cambiamenti drastici, importanti e fondamentali per quanto riguarda la manutenzione delle caldaie. E’ un settore che ultimamente ha avuto vari cambiamenti, a partire dall’entrata in vigore del nuovo Libretto di Impianto, ai nuovi adempimenti per quanto riguarda gli impianti di climatizzazione estiva ed invernale, fino ad arrivare ad oggi con l’entrata in vigore di queste nuove regole per la manutenzione degli impianti di riscaldamento.

  “Dobbiamo dire – spiega il Presidente CNA Impianti Marco Ammannati - che fra la CNA Unione Impianti di Pisa e l’AEP -Agenzia Energetica Pisana (Ente preposto a questi controlli) si è instaurato un ottimo rapporto di collaborazione e coesione in modo da affrontare nel miglior modo possibile queste nuove procedure. Prossimamente con una adeguata campagna informativa rivolta agli utenti finali e con delle riunioni rivolte ai manutentori verranno rese pubbliche tutte le novità che entreranno in vigore a breve. Ricordiamo anche a tutti gli Amministratori di Condomini che devono essere in regola sia per quanto riguarda la nomina del “Terzo Responsabile” per ogni proprio condominio che amministrano, sia con i controlli di legge a livello di manutenzioni ordinarie periodiche. Inoltre è entrato in una fase esecutiva con una Direttiva Europea l’obbligo da parte dei condomini di installare (entro dicembre 2016) negli impianti di riscaldamento centralizzati dei sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione dei consumi atti a ridurre le emissioni di gas a effetto serra e a portare un notevole risparmio energetico.

Per ultima cosa si ricorda sempre agli utenti finali di far controllare il proprio impianto di riscaldamento e la propria caldaia solamente da ditte regolarmente iscritte alla Camera di Commercio ed abilitate professionalmente a detti controlli”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Politica