QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 22°31° 
Domani 20°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 26 luglio 2016

Attualità venerdì 19 febbraio 2016 ore 19:30

Sociale, oltre ventimila aiuti dall'Unione

Corrado Guidi e Davide Cerri

Guidi e Cerri hanno tracciato il bilancio per l'anno 2015: 23mila interventi e cinque milioni di euro spesi per i centomila abitanti della Valdera

PONTEDERA — Un bilancio per riaffermare l'importanza dell'Unione in un periodo convulso e nebbioso per l'ente che unisce dodici Comuni. I numeri presentati questa mattina raccontano gli interventi sociali compiuti nell'anno appena trascorso.

A presentarli Corrado Guidi, presidente dell'Unione ma anche delegato ai servizi sociali e Davide Cerri, responsabili del settore. Gli interventi del 2015 sono un po' meno di quelli del 2014 (furono 25mila per sei milioni di euro) ma, spiegano i due interlocutori, questo è dipeso dall'uscita di Santa Maria a Monte dall'Unione e dal fatto che alcuni servizi hanno cambiato competenze.

Ventitremila servizi erogati per centomila abitanti della Valdera, ovvero un cittadino su quattro nel 2015 ha usufruito dell'Unione. Guidi ha commentato: "23mila interventi per oltre 5 milioni di euro. Da una parte c'è da essere soddisfatti, dall'altra no perché si può fare di più, sempre. La realtà però è che diamo una risposta concreta alle persone e alle famiglie, coprendo numerosi bisogni sociali". Poi il presidente ha sottolineato l'importanza dell'Unione (la cui realtà a dodici sta scricchiolando a causa della volontà di scissione di quattro Comuni dell'Alta Valdera): "Molti comuni piccoli non avrebbero la possibilità di aiutare come si fa con l'Unione, neanche il mio, Bientina. Non solo quindi sono contento del numero e della quantità ma anche della tempestività con cui interveniamo. Ringrazio gli uffici sociali dei comuni dei 12 comuni della Valdera".
Il responsabile Davide Cerri ha fatto un esempio pratico della forza dell'Unione: "Presentandoci come ente dei Comuni abbiamo dei bonus. Ad esempio abbiamo ricevuto 100mila euro in più dalla Regione per il contributo affitti (circa 730mila euro invece che 630mila)".

Altri numeri di questo bilancio sul sociale: gli interventi più numerosi, 5056, sono quelli fatti per fornire i libri della scuola primaria, per un totale di 167mila euro. Quelli più costosi invece per ilcontributo affitto(730mila euro dalla Regione + 388mila dai Comuni per 1129 richiedenti), seguiti dai buoni servizio asilo nido(590mila euro per aiutare 584 famiglie). I numeri del bilancio completo li potete trovare nella fotogallery. Ci sono anche servizi come bonus Enel oppure bonus gas che permettono di recuperare un po' di soldi sulle bollette o ancora gli assegni di maternità. Per accedere alla maggioranza dei servizi dell'Unione si deve fare domanda dal sito dell'ente stesso oppure rivolgersi agli uffici comunali.

René Pierotti
© Riproduzione riservata

Tag