QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20°26° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 25 luglio 2016

Attualità lunedì 01 febbraio 2016 ore 10:51

Tre milioni per il nuovo centro dialisi

Il Ministero della salute ha stanziato i fondi per realizzare i nuovi spazi. Forza Italia esulta: "Il successo arriva dopo otto anni di battaglie"

PONTEDERA — Il Ministero della salute ha stanziato i soldi per il nuovo centro dialisi a Pontedera: 3 milioni e 167 mila euro. Finalmente il progetto può vedere la luce: lo spazio è al secondo piano del padiglione A dell’ospedale Lotti, dove si trova Medicina 2. L'opera dovrebbe essere realizzata nell'arco di trenta mesi.

A darne l'annuncio è il coordinatore comunale di Forza Italia Alessandro Rocchi: "Circa otto anni di battaglie di Forza Italia - dichiara il politico - nelle persone dei consiglieri comunali, Domenico Pandolfi e Federica Barabotti, dei coordinatore provinciale Raffaella Bonsangue e del consigliere regionale, Stefano Mugnai, insieme all’Aned, l’associazione dei malati di emodialisi rappresentati dal loro consigliere, Maria Cristina Venturi, hanno finalmente portato a questo successo per Pontedera e la Valdera".

"I malati di emodialisi (i cronici sono oggi circa settanta) possono dirsi soddisfatti - spiega il coordinatore - perché avranno una struttura adeguata sotto ogni punto di vista per la cura. Il malato, i suoi bisogni e la sua cura sono sempre al centro di qualsiasi azione politica, amministrativa e strutturale da noi intrapresa". 

"L’interrogazione del consigliere regionale, Stefano Mugnai, al governatore Enrico Rossi sulla tempistica ha dato esito positivo - prosegue Rocchi. - Tempo stimato, 30 mesi, si legge nella lettera inviata all’assessore regionale alla sanità, Stefania Saccardi".

Il coordinatore fa sapere che la struttura mobile, collocata nel cortile del Lotti, presto sarà dismessa: "Tutto il partito di Forza Italia continuerà a impegnarsi e a monitorare i lavori - conclude Rocchi - perché gli impegni presi e finanziati siano portati a termine nei tempi previsti".

Tag