QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13°16° 
Domani 10°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 26 settembre 2017

Attualità venerdì 14 luglio 2017 ore 11:35

Un premio Nobel in Comune

Mohamed Fadhel Mahfoudh

L'avvocato tunisino Mohamed Fadhel Mahfoudh, insignito dell'onorificenza, sarà ricevuto in municipio in un incontro aperto alla cittadinanza

PONTEDERA — Martedì 18 luglio Pontedera accoglierà il Premio Nobel per la Pace 2015, il tunisino Mohamed Fadhel Mahfoudh, Presidente Onorario del Festival Sete Sóis Sete Luas, dopo José Saramago e Dario Fo, e accanto al Presidente della Repubblica di Capo Verde Jorge Carlos Fonseca.

Nato il 21 dicembre 1965 a Gafsa (Tunisia), Mohamed Fadhel Mahfoudh è decano degli avvocati, e ha ricoperto la presidenza dell'Ordine degli Avvocati della Tunisia. Mahfoudh ha fatto parte del quartetto per il dialogo nazionale tunisino, a cui nel 2015 è stato assegnato il Premio Nobel per la Pace, come si legge nella dichiarazione ufficiale del Comitato norvegese, “per il suo contributo decisivo alla costruzione di una democrazia pluralistica nel Paese, sulla scia della Rivoluzione dei Gelsomini del 2011”.

“Il Quartetto” – formato da quattro organizzazioni della società civile: sindacato generale dei lavoratori Ugtt, sindacato patronale Utica, lega tunisina per i diritti umani, definita "la più antica in Africa" e l’ordine nazionale degli avvocati - è riuscito a creare un processo politico pacifico in un momento in cui la Tunisia era sull’orlo della guerra civile. E così ha messo il Paese nelle condizioni di stabilire una costituzione e un sistema di governo che garantisca i diritti fondamentali a tutto il popolo tunisino indipendentemente dal genere, dal credo politico o dalla fede. Mahfoudh ha conosciuto il progetto Sete Sóis Sete Luas in Portogallo, in occasione dell’Incontro annuale delle Città del Festival. Un incontro inevitabile, visto che il Festival Sete Sóis Sete Luas promuove, da 25 anni, il dialogo e gli scambi culturali, che come dimostra il premio assegnato al “Quartetto”, favoriscono un percorso di pace.

Il Premio Nobel sarà ricevuto alle 17 a Palazzo Stefanelli dall’Amministrazione Comunale di Pontedera per un saluto istituzionale aperto a tutto la cittadinanza, e in serata, alle 21, nella sede del Centrum Sete Sóis Sete Luas, in viale Rinaldo Piaggio, incontrerà il pubblico con una conferenza dal titolo Transizione democratica in Tunisia: dialogo e scambi culturali come percorso di pace.

Al tavolo insieme al Premio Nobel Mohamed Fadhel Mahfoudh siederanno il Sindaco del Comune di Pontedera, Simone Millozzi, ilDirettore del Festival Sete Sóis Sete Luas, Marco Abbondanza e Mario Incudine, uno dei personaggi più rappresentativi della nuova world music italiana e direttore dell’Orchestra EtnoMediterranea - una formazione di 18 musicisti provenienti da tutte le aree del Magreb.

Seguirà il concerto della Santo Antão 7Sóis Band, una produzione originale del Festival Sete Sóis Sete Luas, con la direzione del musicista siciliano Mario Incudine che sarà presente al concerto in qualità di Special Guest.

Il repertorio unisce melodie tradizionali, composizioni originali e nuovi arrangiamenti ispirati alla cultura dell’isola di Santo Antão, culturalmente una delle più ricche di Capo Verde.

Tag