QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi -3°1° 
Domani -7°-2° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 25 febbraio 2018

Attualità domenica 29 marzo 2015 ore 18:00

Processionaria, prevenzione e rimedi

Ecco una serie di informazioni utili per combattere le larve pelose che possono distruggere gli alberi e provocare reazioni allergiche nell'uomo



PONSACCO — Vi sarà capitato di vedere nidi biancastri all'estremità dei pini. Stiamo parlando della Processionaria, un insetto che può fare danni sia alle persone che alle piante coi suoi bruchi pelosi che possono essere pericolosi e si trovano in prevalenza sui pini.

La Processionaria del pino è una farfalla le cui larve (o bruchi) si sviluppano su conifere, ed in particolare sui pini. Allo stadio larvale questo insetto oltre a danneggiare le piante può causare gravi danni alla salute di persone ed animali a sangue caldo, provocando l’insorgenza di reazioni epidermiche e allergiche anche molto gravi.

Il sito del Comune di Ponsacco riporta una serie di informazioni di prevenzione contro la Processionaria, così chiamata perché i bruchi sono soliti mettersi in fila e procedere così sui rami, nutrendosi degli aghi e provocando gravi danni alle piante, che possono seccare fino a morire.

Rischi per le piante - Questo fitofago si alimenta a spese degli aghi dalla nascita fino allo stadio larvale finale. Nel corso di forti attacchi le piante possono essere completamente defogliate. Infestazioni ripetute per più anni influiscono negativamente sugli accrescimenti e possono inoltre indebolire le piante al punto da predisporle a successivi attacchi di insetti e patogeni di debolezza.

Rischi per gli animali – Anche il vostro cane o il vostro gatto possono essere colpiti dalla processionaria. Le infestazioni di Processionaria del pino hanno un rilevante interesse igienicosanitario poiché le larve dalla terza età in poi sono in grado di procurare reazioni allergiche anche gravi. Questo fenomeno è legato alla presenza sul dorso della larva di peli urticanti a forma di arpione, che servono a proteggere la larva dai predatori.

Rischi per le persone - La gravità delle reazioni allergiche che si manifestano in persone o animali a sangue caldo a causa della processionaria, varia sensibilmente in relazione alla durata, alla quantità ed al tipo di contatto con i peli urticanti, oltre che alla sensibilità specifica del soggetto coinvolto. Sintomi dei peli al contatto con la pelle: comparsa dopo breve tempo all’esposizione di aree arrossate con forte sensazione di prurito, principalmente sulle parti del corpo scoperte e in punti con sudorazione abbondante. Consigli: a) lavare abbondantemente il corpo (capelli inclusi) con acqua e sapone b) manipolare i vestiti con guanti e lavarli anch’essi avendo cura di utilizzare acqua a temperatura elevata c) sulle parti che hanno toccato larve e nidi utilizzare eventualmente strisce di scotch come un mezzo depilante per asportare parte dei peli ancorati alla pelle d) utilizzare sulle parti arrossate una pomata antistaminica per lenire il fastidio.

Sintomi dei peli al contatto con gli occhi: dopo poche ore comparsa di forti congiuntiviti. Consigli: effettuare un rapido controllo medico

Inalazione sintomi: difficoltà a deglutire che possono poi essere seguite da broncospasmi. Consigli: effettuare un rapido controllo medico

Ingestione sintomi: l’infiammazione delle mucose della bocca si accompagna a ipersalivazione e nel caso di interessamento dei primi tratti intestinali possono comparire dolori addominali. Consigli: effettuare un rapido controllo medico

Prevenzione, rimozione dei nidi – In primavera le larve della Processionaria sono in fase avanzata e i peli presenti sopra i bruchi sono pericolosi e urticanti: la raccomandazione è quella di intervenire e tagliare il ramo o l'albero interessato e bruciare il tutto. Se invece il nido è di piccole dimensioni e la Processionaria non ha ancora seccato l'albero si può intervenire con prodotti a base di Btk (Bacillus thuringiensis varietà kurstaki).

Per ogni intervento contattare il Servizio fitosanitario Toscana:

Pisa, Via Roma, 3 - 50126 Pisa

Tel. 050 800611 - Fax 050 503220

serviziofitosanitario@regione.toscana.it

fitosanitario-certificazione-pi@regione.toscana.it



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Cronaca