QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi -3°8° 
Domani -4°5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 17 dicembre 2017

Politica venerdì 24 novembre 2017 ore 23:00

La Valdera nel collegio di Poggibonsi

Lo prevede lo schema di decreto legislativo dell'atto del Governo che fissa i collegi per le prossime elezioni politiche con il Rosatellum bis

ROMA — Stando al testo attuale del decreto - vedi le tabelle allegate - la Toscana eleggerà complessivamente 56 parlamentari, di cui 38 saranno deputati e 18 senatori ma nessuno di questi potrà dire di essere stato eletto nel collegio di Pontedera o della Valdera.

Il decreto che fissa i collegi elettorali in base al Rosatellum bis, in provincia di Pisa, secondo l' ISTAT che li ha definiti, per l'elezione alla camera ci saranno due collegi uninominali, quello di Pisa (CU091 10) e quello di Poggibonsi (CU091 11) 

Ebbene la cittadina senese della valdelsa, avendo più elettori di Pontedera - 22030  contro 21159 al Referendum 2016 - andrebbe a nominare il collegio uninominale per la camera dei deputati (CU091 11) formato da 34 comuni, 25 della provincia di Pisa (Capannoli, Casale Marittimo, Casciana Terme Lari, Castellina Marittima, Castelnuovo di Val di Cecina, Chianni, Crespina Lorenzana, Fauglia, Guardistallo, Lajatico, Montecatini Val di Cecina, Montescudaio, Monteverdi Marittimo, Montopoli in Val d'Arno, Orciano Pisano, Palaia, Peccioli, Pomarance, Ponsacco, Pontedera, Riparbella, San Miniato, Santa Luce, Terricciola, Volterra) 5 della provincia di Siena (Casole d'Elsa, Colle di Vald'Elsa, Poggibonsi, Radicondoli, San Gimignano) e addirittura 4 della provincia di Firenze (Castelfiorentino, Fucecchio, Gambassi Terme, Montaione)

Il neo eletto deputato nel collegio di Poggibonsi avrebbe quindi una rappresentanza pluriterritoriale non certo agevole ma anche quello eletto a Pisa non sarebbe messo meglio. Verrebbe infatti eletto nei comuni di Bientina, Buti, Calci, Calcinaia, Cascina, Castelfranco di Sotto, Pisa, San Giuliano Terme, Santa Croce sull'Arno, Santa Maria a Monte, Vecchiano, Vicopisano. Quindi il capoluogo Pisa, il monte pisano, la piana di Pisa, un po' di Valdera ed il comprensorio del cuoio ma senza San Miniato e Fucecchio "annessi" da Poggibonsi.

Insomma un gran pasticcio frutto di un semplice calcolo numerico che ad esempio ha messo anche Rignano sull' Arno dell'ex premier Renzi insieme a Livorno.

Le commissioni affari costituzionali di Camera e Senato si dovranno comunque pronunciare entro il 9 dicembre e speriamo che per allora tecnici e politici imparino meglio la geografia ed abbiano rispetto delle comunità locali.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Sport