QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°27° 
Domani 14°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 23 giugno 2018

Sport lunedì 12 marzo 2018 ore 10:45

Rugby e fango, il Lucca passa a Pontedera

I biancoverdi del Bellaria han lottato strenuamente ma il Lucca, favorito per la poule promozione, ci ha messo più cuore e ha vinto 12-17



PONTEDERA — Battaglia doveva essere e battaglia è stata. Il Lucca si è presentato a Pontedera come una delle favorite per la vittoria della poule promozione ed ha confermato in pieno le proprie ambizioni con un primo tempo perfetto e una ripresa nella quale la difesa è riuscita, seppur con affanno, ad arginare la veemente reazione dei ragazzi di Aldo Donato

Al pronti via è il biancoverde Leonardo Cicerale che riesce a rompere il placcaggio e portare in vantaggio il Bellaria schiacciando in meta all’angolo destro. Trasformazione laterale, difficile ma mancata per un soffio da Boninsegna: la partita inizia con un vantaggio di 5 punti che danno speranza alla squadra. Ma il Lucca comincia a macinare gioco e a far girare l’ovale in maniera splendida, mettendo in difficoltà la nostra linea difensiva grazie anche a degli incroci particolarmente efficaci. Il pareggio arriva quasi subito e la trasformazione porta in vantaggio gli avversari per 5-7. Alla metà del primo tempo il punto di svolta: Campani non riesce a chiudere un placcaggio nella metà campo avversaria e l’arbitro estrae il cartellino giallo. In inferiorità numerica la squadra ha qualche minuto di sbandamento e il Lucca ne approfitta mettendo a segno due mete in rapida successione che le permettono di chiudere il primo tempo sul punteggio di 5-17. Il recupero appare francamente difficile, la squadra ospite è stata per lunghi tratti padrona del campo e il Bellaria non riesce ad entrare efficacemente nei 22 avversari.

Nella ripresa però l’allerta meteo diffusa nei giorni scorsi si decide a palesarsi pubblicamente e in pochi minuti si scatena un vero e proprio nubifragio. Il campo, già allentato dalle piogge dei giorni scorsi, diventa presto un pantano nel quale il gioco veloce e preciso che il Lucca aveva proposto nella prima parte diventa impossibile da riproporsi. La partita diventa una battaglia giocata prevalentemente a terra, il Bellaria prende coraggio e da quel momento fino alla fine sarà assoluta padrona del campo. Gli ospiti fanno fatica a difendersi ed è Alessio Saylon (uno dei tre debuttanti di oggi insieme a Andrea Posillipo e Davide Bagagli) a trovare la meta che riaccende le speranze. La trasformazione stavolta riesce e il 12-17 porta il Bellaria sotto break con tanti minuti ancora da giocare. 

Il Lucca però tira fuori gli artigli ed erige un muro insuperabile nei propri 5 metri, il Bellaria ci prova con una serie interminabili di fasi che gli ospiti riescono sempre ad arginare. A 7 minuti dalla fine il miracolo sembra riuscire, Alessio Zeggio trova il corridoio libero sulla destra ma al momento di entrare in meta trova l’estrema opposizione dell’avversario che gli impedisce di schiacciare correttamente l’ovale. Il Lucca riesce ad allentare la pressione del Bellaria che riprova l’ultimo contrattacco a ridosso dell’ultimo minuto. 

Quindi la partita finisce con i ragazzi di Donato a spingere nei 5 metri avversari, alla ricerca di un pareggio che sarebbe stato sicuramente meritato. Onore al Lucca per aver saputo sfruttare un primo tempo favorevole e aver difeso il risultato con ardore, onore ai ragazzi di Pontedera per aver messo allo stremo una delle squadre più forti del campionato, giocando un grande match su un campo di quelli che probabilmente ispirarono il grande Jean-Pierre Rives quando affermò “ho messo la testa dove gli altri non osavano mettere nemmeno i piedi”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Lavoro

Spettacoli