QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13°20° 
Domani 14°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 01 giugno 2016

Cronaca domenica 13 marzo 2016 ore 17:30

Inseguita da un pirata della strada

Paura nella notte per una giovane: "Stavo tornando a casa in macchina, un'auto mi ha fatto passare poi ha cercato di buttarmi fuori dalla carreggiata"

SANTA MARIA A MONTE — Paura e dopo smarrimento. Sono queste le due sensazioni che ha provato una giovane che abita in una frazione di Santa Maria a Monte. Nella notte tra sabato e domenica la giovane è tornata a casa con la propria auto verso le 3,30. Arrivata davanti al negozio di abbigliamento Divo un'auto l'ha fatta sorpassare: "Una Punto bianca con la freccia inserita - ha raccontato la ragazza - gli sono passata accanto e ha provato a venirmi addosso. Ho accelerato e questa Punto ha alzato i fari, mi voleva venire addosso mi ha superato poi ha inchiodato".

Attimi di terrore: "Non riuscivo a capire - ha aggiunto - sono riuscita ad arrivare all'incrocio del bar Bellavista non so in che modo. La Punto mi ha sterzato davanti ed è tornata indietro nello stesso punto, davanti al negozio di abbigliamento". 

La giovane è fuggita via: "Ho avvisato i carabinieri anche perchè su facebook avevano scritto che questa cosa era successa ad altra gente, tra l'altro in quel post era la stessa via dove è successo a me. Quando lessi pensai fosse una bufala. Oggi ho scritto anche a quella persona che aveva fatto la segnalazione su facebook".

Secondo la ragazza a bordo della Punto c'era una sola persona: "Non ho visto bene impegnata com'ero a non fare un incidente ma penso che ci fosse una persona sola".

Un sabato sera concluso con un episodio che, oltre alla paura, ha provocato anche incertezza. Perché comportarsi così? "Sembrava che volesse fare un incidente - ha chiosato - ma alla fine se voleva farlo bastava poco di più, invece si buttava solo in mezzo alla strada e faceva finta di venirmi addosso. Se voleva fare un incidente bastava che sterzasse un centimetro di più. Oppure voleva farlo e se io non avessi accelerato magari mi avrebbe colpita. Ma ciò che mi colpisce di più di questo atteggiamento è che non capisco lo scopo. Addirittura ho pensato che cercasse il modo per colpirmi e avere ragione. Oppure voleva che mi fermassi?". Dubbi che rimangono senza spiegazione per adesso.

Tag