QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20°30° 
Domani 20°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 24 giugno 2017

PAROLE IN VIAGGIO — il Blog di Tito Barbini

Tito Barbini

In primo piano per decenni, nella politica italiana, all’improvviso non ne senti parlare più. Chiedi e nessuno sa darti notizie. Poi scopri che ha fatto una cosa che molti vorrebbero fare, ma sognano soltanto: dare lo stop alla vita di sempre e partire. Tito Barbini, classe 1945, sindaco di Cortona a 24 anni, poi presidente della Provincia di Arezzo, infine per 15 anni assessore regionale prima all’Urbanistica e poi all’Agricoltura, amico personale di Francois Mitterand. Si mette dietro le spalle tutto questo e intraprende un viaggio lungo cento giorni, che lo porta dalla Patagonia all’Alaska. Cento giorni a piedi e in corriera, per bagaglio uno zaino. Da allora attraversa confini remoti e racconta i suoi viaggi e i suoi incontri nei libri. E’ ormai, a tempo pieno, scrittore di viaggi. Più di dieci libri, non solo geografia fisica, paesaggi e luoghi, ma geografia della mente. In Patagonia o nel Tibet, un mondo altro, fatto di dolori, speranze, delusioni. Nel 2016 è uscito il libro "Quell’idea che ci era sembrata così bella - Da Berlinguer a Renzi, il lungo viaggio"

Non è tempo di tessitori

di Tito Barbini - giovedì 08 giugno 2017 ore 09:09

Non è tempo di tessitori ma di radicalità e passioni. Caso mai è tempo di costruttori. 

Dico questo , perché non vorrei che gli avvelenatori dei pozzi in queste ore si mettano al lavoro per far fallire l'alleanza per il cambiamento e che l’attenzione verso i moderati lettiani, prodiani o pisapiani o gli appelli di sinistra sinistra possano spostare l’asse della coalizione che si vuol costruire a sinistra del PD in acque vacue e indeterminate.
Devi dare aria fresca, farla circolare in modo impetuoso in tutte le stanze, nessuna esclusa.

Ognuno deve saper fare un passo indietro per fare insieme tanti passi avanti.
Articolo 1 il Movimento dei democratici e progressisti deve essere il centro della mediazione, non il portatore d’acqua verso nessuno che si autopropone alla testa del corteo.

Il popolo della sinistra potrebbe arrabbiasi molto verso gli irresponsabili, per non usare termini peggiori, con tutti coloro che sembra pongano veti e pregiudiziali per rendere più difficile la formazione della alleanza a sinistra.
Niente veti di nessuno verso nessuno.
E poi si lavori in queste ore per includere, senza veti, pregiudizi ma con grande radicalita' sui contenuti, sui programmi. Lavori per unire tutta la sinistra, unire il mondo cattolico democratico, le associazioni. 

Messaggi chiari: Il 17 dobbiamo stare a Roma con il popolo della CGIL, il 18 sempre a Roma con la Falcone e gli altri aderenti, Il primo luglio con una grande iniziativa insieme a campo progressista.
Uniamo, uniamo, uniamo.
I leader verranno dopo.

Tito Barbini

Articoli dal Blog “Parole in viaggio” di Tito Barbini