QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi -0°14° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 19 febbraio 2017

Politica mercoledì 11 gennaio 2017 ore 16:30

Matteo Trapani verso la segreteria pisana del Pd

Matteo Trapani

La sua candidatura ha preso forza dopo i risultati ottenuti dai Giovani Democratici alle recenti elezioni provinciali. I renziani vorrebbero Sonetti

PISA — Matteo Trapani, Massimiliano Sonetti, Giovanni Viale, ma anche due sindaci, quello di San Giuliano Terme Sergio Di Maio e quello di Bientina Corrado Guidi. Sono alcuni dei nomi che circolano nell'ambiente Pd per sostituire alla segreteria provinciale il sindaco di Buti Alessio Lari, dimissionario da fine 2016, anno in cui i democratici hanno perso la storica roccaforte di Cascina a favore della leghista Susanna Ceccardi. 

La data del congresso non è ancora stata fissata anche se si ipotizza la fine di febbraio. Mancherebbero dunque 50 giorni e dalla sede di via Fratti filtrano un giudizio non soddisfacente dell'operato sull'ex segretario Lari eletto a luglio 2015 ed un consenso crescente verso un nuovo incarico a Matteo Trapani. Al giovane esponente, dopo l'elezione di Alessandra Nardini a consigliera regionale nel 2015, viene infatti riconosciuto anche un altro buon risultato ottenuto alle provinciali con l'elezione nel nuovo consiglio di Giulia Deidda, Francesca Brogi e Luca Ragaglia. 

Proprio le elezioni provinciali di domenica (votavano solo sindaci e consiglieri comunali) hanno dato qualche segnale: uno su tutti è che i renziani, pur essendo ancora azionisti di maggioranza del partito, anche a Pisa non godono più della maggioranza schiacciante tanto che il sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini, renziano doc, è rimasto fuori dal consiglio provinciale.

Ecco allora che l'elezione di un giovane alla segreteria potrebbe evitare tensioni tra correnti. E Trapani potrebbe essere il nome giusto, per età ed esperienza. Infatti Trapani, dopo essere stato per sei anni presidente dei Giovani democratici di Pisa, è attualmente vice segretario provinciale del Pd Pisa insieme a Rosa Dello Sbarba.

Altro nome che rimbalza è poi quello di Massimiliano Sonetti ex vicesindaco di Pontedera, candidato "mancato" al consiglio regionale e recentemente nome avvicinato anche alla presidenza vacante di Geofor. Sonetti sarebbe ben voluto da una gran parte della componente renziana ma dopo la sconfitta al referendum il peso politico di questa corrente è in calo. In più pare che Sonetti non goda di particolare popolarità tra le altre correnti. 

La Sinistra Dem non ha proposto nomi ma un metodo. Per segnare una discontinuità rispetto all'elezione di Lari. Rosa Dello Sbarba e i suoi chiedono un maggior coinvolgimento della base del partito, scegliendo il nuovo segretario parlando con gli iscritti all'interno dei circoli e facendo votare gli iscritti stessi. Insomma non un accordo tra correnti ma un lavoro esteso, cercando di capire l'umore all'interno del partito, senza dettare una linea dall'alto. 

Infine ci sono altre tre ipotesi possibili: la prima è quella di Giovanni Viale, segretario comunale del Pd di Pisa e già assessore, nome uscito subito dopo le dimissioni di Lari ma non gradito alla sinistra. Nel novero dei papabili anche due sindaci, Di Maio e Guidi. Il primo è apprezzato per il suo lavoro istituzionale e il contatto con la gente, cosa che la base del partito sente in maniera profonda. In più Di Maio è stato il più votato alle elezioni provinciali di domenica scorsa, riscuotendo quindi il consenso di sindaci e consiglieri comunali del territorio. Discorso diverso per Guidi, il cui nome potrebbe essere buono per il lavoro fatto nei due mandati a Bientina e perché tra pochi mesi potrebbe dedicarsi in modo quasi esclusivo al ruolo di segretario provinciale.

Ma al di là del confronto-scontro per la segreteria provinciale, la partita più importante sarà quella per la candidatura a sindaco di Pisa. E qui un ruolo importante senza dubbio lo ricoprirà Paolo Fontanelli, attualmente deputato ma sempre più presente sul territorio con iniziative e incontri.

René Pierotti
© Riproduzione riservata

Tag