QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 02 dicembre 2016

Attualità giovedì 03 marzo 2016 ore 09:56

Brogi risponde alle firme contro il cantiere

Il sindaco Francesca Brogi

I lavori in via Don Minzoni hanno fatto arrabbiare alcuni cittadini e scatta la petizione. Il sindaco ribatte: "Il progetto era stato condiviso"

PONSACCO — La riqualificazione di via Don Minzoni a Ponsacco non è vista di buon occhio da alcuni cittadini della zona. L'intervento era stato presentato a novembre. Si tratta di un restyling che vale circa 100mila euro.

Prevede l'abbattimento delle barriere architettoniche, la messa a nuovo del manto stradale e la realizzazione di una pista ciclabile, oltre alla segnaletica e all'illuminazione.

La conseguenza più spiacevole dell'intervento, per chi ha firmato la petizione, sembra essere l'effetto "tappo" che viene a crearsi in via Roma, dove il mercoledì sono stati trasferiti i banchi ambulanti del mercato che finora si teneva in via Don Minzoni, compromettendo in tal modo l'accesso delle auto a piazza della Repubblica.

Qualcuno ne ha fatto anche una questione politica, sebbene non di "bandiera", nel senso che fra le accuse mosse, oltre ai disagi causati alla viabilità e al commercio (a far scattare la petizione è stata una negoziante) c'è chi lamenta la scarsa partecipazione della cittadinanza all'importante progetto di riqualificazione deciso dal Comune.

Il sindaco di Ponsacco Francesca Brogi ribatte: "Sulla questione mi preme sottolineare due punti. Il primo riguarda la necessità dell'intervento e la sua importanza. Si tratta infatti di mettere a norma lo spazio pubblico, creando lo spazio di accesso ai veicoli di soccorso. Alcune auto in sosta, inoltre, spesso occupavano lo spazio per disabili. Per lo stesso motivo ci siamo adoperati nell'abbattimento delle barriere architettoniche".

Sull'accusa di scarsa partecipazione Brogi incalza: "Mi sembra che davvero qui si voglia strumentalizzare un'opera utile alla cittadinanza dal momento che tutti i soggetti interessati sono stati coinvolti. Lo spostamento in via Roma, proposto dalla polizia municipale e dagli uffici come soluzione temporanea ottimale, era stata presenta agli ambulanti, che l'avevano condivisa".

Stesso discorso per quanto riguarda il commercio: "Una riunione si era tenuta con l'assessore Massimiliano Bagnoli. Non c'erano state particolari obiezioni, quindi se qualcuno non ha partecipato a suo tempo e ora si lamenta dispiace, ma noi abbiamo portato il progetto anche in consiglio comunale".

Un intervento non isolato, ribadisce il sindaco, anzi inserito in una visione più ampia che favorisca la fruizione degli spazi pubblici a piedi o in bicicletta: "I lavori rappresentano un passo avanti verso la realizzazione di un collegamento ciclopedonabile che va da nord a sud, che permetterà ai cittadini di godere meglio la città e che era stato inserito nel nostro programma".  

Filippo Bernardeschi
© Riproduzione riservata

Tag