QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°24° 
Domani 15°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 28 maggio 2017

Cronaca martedì 07 luglio 2015 ore 22:41

Rubate le targhe nel parco letterario del Carducci

La comunicazione del sindaco Parrella. "Increscioso fatto in un'area dedicata ai nostri caduti civili e alla ricchezza storico-letteraria del paese"

SANTA MARIA A MONTE — "Si comunica la sconcertante notizia del furto, al parco della Rimembranza e al parco letterario dedicato al Carducci, delle dieci targhe in ottone, realizzate ed esposte, alla visione e alla bellezza del nostro patrimonio culturale e dedicate ad alcuni versi che il nostro caro poeta Giosue Carducci scrisse in merito al borgo di Santa Maria a Monte, luogo in cui il dolce cantore di parole ha risieduto, con la sua famiglia, per tre anni consecutivi".

Così in una nota il sindaco Ilaria Parrella. Che spiega.

"Un sito, quello del parco della Rimembranza e del parco letterario dedicato al Carducci, inaugurato nel 2005 per ricordare oltre ai nostri caduti civili anche la ricchezza storico-letteraria del nostro paese. Su una delle targhe, infatti, era riportato uno dei versi più celebri che il poeta scrisse, tratto appunto da Funere mersit acerbo e dedicato totalmente al fratello Dante, morto suicida: O tu che dormi là su la fiorita Collina tosca, e ti sta il padre a canto”.

In via precauzionale e per ovvi motivi di sicurezza è stata traslata anche la statua in bronzo rappresentante il mezzo busto del poeta Carducci, ora custodita al punto turistico “Casa Carducci”.

Il comando di Polizia Municipale sta provvedendo a effettuare i dovuti accertamenti nella speranza di poter rinvenire la refurtiva.

Questa mattina sono stati compiuti i sopralluoghi e i rilievi fotografici necessari all'acquisizione di ulteriori indizi che possono ricondurre alla dinamicità dell'evento criminoso. E' stata anche inoltrata la richiesta di collaborazione di altre forze dell'ordine con le quali il nostro comando di Polizia Municipale si coordinerà nello svolgimento dell'attività di indagine.

"Un evento purtroppo spiacevole e definibile con un solo aggettivo empio che ha provocato un rincrescimento profondo in tutta la nostra comunità che spera in un esito delle indagini positivo e riacquisitivo di uno dei patrimoni più rappresentativi del Comune di Santa Maria a Monte", conclude il sindaco Ilaria Parrella.

Tag