QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani -0°8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 11 dicembre 2016

Cronaca martedì 29 dicembre 2015 ore 10:31

Cani sbranati dai lupi

Un gruppo di cacciatori lancia l'allarme dopo il rinvenimento di alcune carcasse e l'avvistamento di un esemplare nei boschi di Miemo

MONTECATINI VAL DI CECINA — Una battuta di caccia al cinghiale nelle campagne dell'alta Valdicecina. Tre cani che si perdono e poi un macabro rinvenimento. L'episodio è avvenuto domenica 27 dicembre. A farne le spese sono stati gli animali di un gruppo di cacciatori mentre si trovavano nei pressi della Rocca di Miemo.

La caccia stava procedendo come al solito, poi i cani, tre segugi maremmani a pelo fulvo, secondo quando riportato dal quotidiano Il Tirreno, si sono persi. La ricerca è scattata immediatamente, grazie ai trasmettitori installati sui collari che permetteva di rintracciarli per via satellitare. La ricerca sarebbe proseguita nella notte, ma il giorno successivo, degli animali, ancora nessuna traccia. I cacciatori hanno dunque continuato a perlustrare i boschi e ieri mattina, uno di loro, attirato dal suono di un campanellino simile a quello che uno dei cani aveva attaccato al collo, avrebbe rinvenuto una carcassa sbranata.

Il cacciatore avrebbe dichiarato al Tirreno di avere chiaramente visto un lupo. L'uomo avrebbe quindi avvistato un'altra carcassa: uno dei segugi sbranato dal collo fino al costato. Nessuna traccia del terzo cane. I cacciatori sono certi che si tratti di un branco di lupi propenso ad attaccare anche animali non selvatici. Oltre all'avvistamento, i cacciatori affermano di essere a conoscenza di altri episodi del genere avvenuti in precedenza in quelle stesse zone: il loro racconto vuole dunque essere un monito a chi avesse intezione di inoltrarsi in quei boschi, magari per un'escursione, una passeggiata o alla ricerca di funghi.

Tag