QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 20°30° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 28 luglio 2016

Lavoro giovedì 21 gennaio 2016 ore 18:00

"Piaggio discrimina i lavoratori con invalidità"

A denunciare la situazione sono i delegati Fiom Bagnoli, Selmi, Casole e Zema: "E gli operai delle linee 1 e 2 sono ancora a casa"

PONTEDERA — "Al rientro dal lungo periodo di ferie forzate siamo venuti a conoscenza di alcune decisioni unilateralmente prese dalla direzione aziendale, in primis quella di far fare ai lavoratori del reparto di verniciatura il solo turno di mattina, per un periodo ancora da definire e la scelta di lasciare in contratto di solidarietà alcuni lavoratori/ci, che di norma sarebbero dovuti rientrare contestualmente all'avvio delle linee dove erano precedentemente impiegati. In questo ultimo caso poi, la decisione dell'azienda assume dei connotati discriminatori, in quanto i lavoratori in questione hanno una invalidità, o comunque delle prescrizioni. Su questo aspetto, in particolare, nell'incontro che abbiamo richiesto al responsabile del personale conferma sulle nostre impressioni. Ci è stato risposto che questa situazione riguarda poche persone e che l'azienda ha fatto questa scelta per un recupero di efficienza e di produttività dello stabilimento. In pratica sono stati sostituiti 7/8 lavoratori con altrettanti provenienti da altre lineeFiom non può che rigettare con indignazione questa scelta, e a tal proposito chiederà all'Azienda di richiamare al lavoro e di reintegrare alle proprie postazioni questi lavoratori/ci. Qualora questa nostra richiesta non venisse accolta, resta inteso che la nostra organizzazione valuterà nei prossimi giorni tutte le eventuali iniziative da intraprendere a tutela di questi lavoratori/ci”.

Nuove preoccupazioni per i lavoratori Piaggio. Dopo i recenti licenziamenti (poi revocati) alla Dna oggi è il sindacato Fiom a denunciare il clima di incertezza che regna nell'azienda a causa di alcune decisioni prese dai vertici dirigenziali.

A parlare sono i delegati Fiom Simone Bagnoli, Simone Selmi, Paolo Casole e Massimo Zema: "Dopo oltre due mesi di inattività è ripresa la produzione di quasi tutte le lavorazioni dello stabilimento. Purtroppo però, permangono ancora delle linee ferme, e ad oggi non sappiamo con precisione quando riprenderanno la produzione". Gli operai che sono ancora a casa sono quelli delle linee 1 e 2: "Sulla linea 1 - ha spiegato Bagnoli - facevano Liberty e Nrg ma il primo ha una nuova versione che viene assemblata in Vietnam. Non sappiamo quale sarà il futuro di questa linea visto l'esiguo numero di Nrg prodotti. La linea 2 invece assebla Mp3, lo scooter a tre ruote".       

"Questa situazione - hanno continuato - sta diventando sempre più pesante per i lavoratori/ci, sia per le lunghe fermate, che recano un danno economico, sia per l'incertezza del futuro di Pontedera, visto che gli ultimi nuovi prodotti vengono fatti in Vietnam. L'eccessiva fretta nel firmare l'ultimo Contratto di Solidarietà, ha negato ai lavoratori la possibilità di poter vedere riconosciuti i ratei, ma anche di avere una pianificazione dell'utilizzo della solidarietà e un serio e credibile piano industriale. In questo contesto si deve aggiungere una latitanza da parte di Piaggio nelle relazioni sindacali, che ultimamente costringe il sindacato ad essere informato dai lavoratori a cose fatte".

René Pierotti
© Riproduzione riservata

Tag