QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 9° 
Domani -0°8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 11 dicembre 2016

Attualità mercoledì 10 settembre 2014 ore 09:15

Trapianti, ecco il giardino dedicato a Nicholas

Reginald, papà del bimbo americano ucciso nel '94 in Calabria, sarà a Pisa, Bientina e Siena per parlare della donazione di organi. Collaborazione con Aido

PISA — “Il 1° ottobre cadrà il ventesimo anniversario della morte di mio figlio Nicholas, di sette anni, avvenuta sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria. Mia moglie Maggie e io donammo i suoi organi e le sue cornee, che andarono a sette italiani molto malati, quattro dei quali adolescenti. L’intera nazione sembrò esplodere di comprensione. Dubito che qualsiasi altra nazione al mondo avrebbe mostrato la stessa compassione come ha fatto l’Italia. Ancor meglio, gli italiani incanalarono quelle emozioni in un enorme beneficio pratico”.

Così Reginald Green, 87 anni, padre di Nicholas.

La storia di Nicholas ha dell’incredibile. L'automobile su cui viaggiava insieme ai genitori il 29 settembre 1994, fu accidentalmente scambiata per quella di un gioielliere, da alcuni rapinatori che tentarono un furto, degenerato poi in omicidio. Ricoverato al centro neurochirurgico del Policlinico di Messina, il bambino morì qualche giorno dopo. La famiglia dette subito il consenso per l’espianto.

All’epoca dei fatti, l’Italia aveva il tasso di donazione degli organi più basso tra le principali nazioni europee.

Ora è la Toscana a essere la prima regione in Europa per numero di donazioni. E appare chiaro che la storia di un bambino ha cambiato il modo di pensare di milioni di persone.

Dal 12 al 25 settembre Reginald visiterà parecchie città in Italia per portare ovunque il suo messaggio.

Venerdì dunque sarà a Pisa per l’inaugurazione del Giardino di Nicholas Green, 100esimo luogo in Italia dedicatogli (tra strade, scuole, ponti).

Iniziativa promossa in collaborazione con Federico Finozzi, Presidente dell'Aido Pisa, nonché trapiantato, che deve la sua vita anche alla storia di Nicholas e da sempre impegnato nel divulgare la cultura della donazione con l’associazione dei trapiantati Vite Onlus di Pisa (www.viteonlus.it).

Appuntamento alle ore 19.30 alla Foresteria Il Pellicano in via Luigi Pera, struttura che accoglie persone in lista di attesa, trapiantati e i loro familiari dell’Aoup.

Prevista la presenza del sindaco Marco Filippeschi, del prof. Franco Filipponi, direttore di Chirurgia epatica e del Trapianto di fegato e del prof. Ugo Boggi, direttore di Chirurgia generale e trapianti nell'uremico e nel diabetico dell’Aou Pisana.

Sabato 13 settembre, appuntamento a Bientina con due iniziative. Alle ore 12, consegna di una targa in consiglio comunale alla presenza del sindaco Corrado Guidi.

Alle ore 15, allo stadio comunale, intervento di Reginald Green alla presenza delle scuole calcio dei bambini, prima della “Partita del Cuore…e non solo”, triangolare di calcio tra la Nazionale Italiana Calcio Trapiantati, la Donor Dream Team (medici ed infermieri dei tre centri trapianti della Toscana) e il Team “Palio di Bientina”.

Saranno presenti anche trapiantati e famiglie che hanno donato gli organi.

Il tour continuerà in tutta Italia. Reginald Green tornerà in Toscana il 24 settembre, a Siena, per la cerimonia inaugurale della Conferenza Nazionale Società Italiana dei Trapianti, su iniziativa del prof. Franco Citterio.

Tag