QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 13 dicembre 2019

Cronaca martedì 19 febbraio 2013 ore 16:15

"Abbiamo firmato per tutelare i lavoratori"



Fiom, Uim e Ugl spiegano perché hanno accettato la solidarietà: "Bisogna tutelare stipendi e lavoro"



“Non si è capito perché la Fim non ha firmato l'accordo, il migliore che potevamo ottenere in termini di tutele e di reddito”. Comincia con queste parole Marcello Franchi, il segretario della Fiom di Pontedera, quando apre la conferenza stampa per presentare l'accordo per i contratti di solidarietà, siglato con la Piaggio lunedì in tarda serata. Poi Franchi aggiunge: “Tutti e quattro potevamo avere, in termini politici interesse a non firmare l'accordo e far diventare la Piaggio una vertenza difficile, ma abbiamo pensato prima che alla politica a salvare i posti di lavoro e il reddito.” E al tavolo con il segretario Fiom, durante la conferenza stampa ci sono anche gli altri segretari che hanno firmato l'accordo per le loro sigle: Uim e Uglm. Alle parole di Franchi fanno eco quelle di Marcello Casati della Uilm, i metalmeccanici della Uil, che spiega: “Quando si abbandona un tavolo non si fa un servizio utile a nessuno, ne alle proprie idee e ne ai lavoratori. Noi abbiamo deciso di siglare pur non condividendo alcune cose, perché bisognava tutelare i lavoratori. Sul fatto che ci sia ancora molto da discutere con l'azienda, siamo tutti d'accordo”. Più drastica la posizione dell'Ugl metalmeccanici rappresentata da Maurizio Iacoponi che dice: “S'è persa un'occasione, se eravamo uniti si dava una risposta diversa ai lavoratori e all'azienda. Per il futuro con questa rottura abbiamo dato all'azienda l'opportunità per non darci più risposte concrete”.


Tag

Si assentava dal posto di lavoro, arrestato il sindaco di Scalea

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cultura

Attualità

Attualità