QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 6° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 13 dicembre 2019

Cultura venerdì 02 maggio 2014 ore 10:48

Aperta al pubblico la Rocca Pietracassia dopo il primo restauro

Rocca Pietracassia
Rocca Pietracassia

I lavori sono stati eseguiti con il contributo della Banca popolare di Lajatico, del Comune e della regione Toscana



LAJATICO — Sono recentemente terminati i lavori di restauro della Rocca di Pietracassia visitabile da pochi giorni, antico castello nel comune di Lajatico, sorto a confine tra le comunità medievali di Pisa e Volterra. Il Castello è ricordato per la prima volta nelle fonti scritte a partire dal 1028.

I lavori di recupero e conservazione, avviati nel 2010, hanno permesso la tutela di una tra le più importanti fortificazioni medievali pisane, che versava in stato di abbandono presentando gravi problemi di conservazione anche della strutture portanti. Il secolare abbandono aveva infatti provocato il crollo e minacciava la stabilità di cospicue porzioni di muratura e soprattutto della pregevole torre a sette lati, raro esempio di torre iperpoligonale risalente al 1400.

Durane gli interventi di restauro sono stati eseguiti anche degli scavi archeologici, diretti dalla soprintendenza archeologica per la Toscana e sono stati associati ai lavori di restauro, consentendo di trovare essenziali informazioni storiche, archeologiche ed architettoniche, mentre i lavori di restauro sono stati eseguiti sotto la supervisione dei funzionari della soprintendenza per i beni architettonici di Pisa e Livorno.

L'investimento complessivo è per il recupero della rocca è di oltre 653mila euro ed stato eseguito grazie ad un accordo sottoscritto tra la proprietà privata ed il comune di Lajatico che ne ha ricevuto il diritto d'uso per quarant'anni. Al finanziamento hanno partecipato la Regione Toscana, il comune di Lajatico e Banca Popolare di Lajatico. Questo primo lotto di lavori ha permesso il recupero della parte più alta del castello.

Con i reperti provenienti dagli scavi sarà allestito una piccola esposizione che racconterà in sintesi la storia più antica e più recente della importante fortificazione pisana. La storia della Rocca di Pietracassia incrocia la storia di Rocca Sillane e della Verruca che dall’anno 1300 assunsero una funzione militare e comunicativa, visto le loro postazioni strategiche di osservazione, la Rocca di Pietracassia nasce però ancor prima e può esser considerata la più antica. 



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità