QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°25° 
Domani 15°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 21 settembre 2018

Attualità lunedì 18 aprile 2016 ore 18:30

BPLajatico offre venti milioni per l'agricoltura

Al centro, il neo presidente Nicola Luigi Giorgi e il direttore Daniele Salvadori

Dopo il cambio di presidenza, l'istituto di credito fa un bilancio del 2015 e annuncia lo stanziamento di risorse per le aziende agricole locali



LAJATICO — L'attenzione, come nel 1884, alla terra. Ma l'aratro nel frattempo è diventato gabbiano e quindi il ritorno alle origini e alla tradizione serve per rinnovarsi e ricercare la modernità. Così, sulla linea di questa filosofia che arriva direttamente dalla fondazione dell'istituto di credito, proprio come a quel tempo per le imprese agricole locali, oggi la Banca Popolare di Lajatico guarda ancora al comparto dell'agricoltura e gli riserva ben 20 milioni di euro.

L'idea, annunciata dal direttore generale Daniele Salvadori durante la presentazione del nuovo presidente, verrà esposta all'assemblea dei soci del 7 maggio. Venti milioni di euro messi a disposizione per il sostegno alle aziende agricole del territorio, dal piccolo coltivatore diretto alle medie imprese locali.

Oltre a quest'importante intervento poi, la Banca di Lajatico ha anche tirato le somme del 2015 che, in estrema sintesi, si è delineato come un anno fatto di più soci, più clienti, più volumi operativi, più stabilità.

Più in dettaglio, l'attività di sviluppo aziendale dell'istituto di credito ha prodotto nuovi volumi operativi per 46 milioni di euro, per un incremento del 2,9 per cento.

Il patrimonio netto è aumentato del riparto dell'utile d'esercizio precedente in quanto l'attuale politica aziendale, anziché propendere per l'emissione di nuove azioni, sta privilegiando la circolazione di titoli esistenti.

Il numero dei soci ha superato le 6200 unità, mentre i clienti sono arrivati a circa 30mila. Indici di una fiducia diffusa.

La Banca di Lajatico nel 2015 ha confermato l'indice di solidità patrimoniale Cet 1 Ratio al 13,95 per cento, il doppio rispetto al minimo del 7 per cento richiesto dalle norme.

L'andamento reddituale dell'istituto di credito di Lajatico, come quello di tanti altri istituti, è stato condizionato dal decreto Salva Banche. Per intervenire in favore di Banca Marche, Carichieti, Cariferrara e Banca Etruria, lo scorso novembre la banca locale ha dovuto aderire al salvataggio con una cifra che si aggira intorno agli 847mila euro, tutta a carico dell'esercizio.

Nonostante questo, comunque, il risultato economico 2015 segna un incremento rispetto all'anno precedente. Il margine di interesse, infatti, continua ad aumentare con un incremento del 12,6 per cento, mentre il margine di intermediazione si attesta intorno ai 22,9 milioni soprattutto per la minore incidenza degli utili da negoziazione e cessione di titoli di proprietà che ha caratterizzato l'intero andamento di sistema.

Anna Dainelli
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Sport

Lavoro