Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:PONTEDERA12°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 10 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Principe Filippo, colpi a salve di cannone in tutto il Regno Unito

Attualità giovedì 27 settembre 2018 ore 17:40

Strada del Serra chiusa e paura per la pioggia

Spenti gli ultimi fuochi sul monte i sindaci di Calci e Vicopisano invitano la popolazione a prestare massima attenzione. Fissato un incontro pubblico



CALCI — Spento l'incendio che per tre giorni ha devastato il monte Serra e buona parte del Monte Pisano, spenti anche gli ultimi focolai di Lugnano e Fonte Lupeta sopra Vicopisano, adesso fa paura la pioggia, che potrebbe dilavare il terreno e creare ulteriori danni. Inoltre, l'incendio ha reso impraticabile la strada che sale sul Serra lato Calci, la Sp 56, che la Provincia ha deciso di chiudere finché non saranno eseguiti i lavori di ripristino e messa in sicurezza.

Lo ha comunicato il sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti: "La Provincia di Pisa con Ordinanza N. 121 del 27/9/2018, ai fini della sicurezza, in seguito all'incendio divampato in data 24/9/2018, ha disposto la chiusura totale della viabilità sulla SP 56 "Del Monte Serra" lato Calci dal km 2+900 al km 7+700 (ristorante Le Porte) e al km. 8+220 (Prato a Ceragiola) in direzione Calci fino a data da stabilire in seguito".

Il primo cittadino calcesano ha quindi commentato: "Ho chiesto alla Provincia di periziare immediatamente tipologia e costi degli interventi necessari alla messa in sicurezza e riapertura. Li forniremo al presidente Rossi perché vengano finanziati da subito. Il vicepresidente facente funzione di presidente Giulia Deidda (che ringrazio) mi ha appena informato che la perizia è pressoché ultimata. Cominceremo a lavorare da subito. Martedi saremo in Regione con i primi progetti operativi".
"Questo solo per far comprendere la mole dei problemi che ci troveremo a fronteggiare - ha aggiunto Ghimenti -. E per garantire il nostro massimo impegno con la Regione. Ora tocca anche al governo... i danni pubblici ammontano a milioni e lo stesso a quelli dei privati!"

Riguardo al pericolo pioggia, già per domani venerdì 28 settembre, ore 17,30 in piazza Garibaldi, è stato fissato un incontro pubblico sulla gestione del territorio dopo l'emergenza. In particolare, i cittadini saranno informati sulle urgenti azioni da intraprendere prima delle prossime piogge, per prevenire l'erosione e il dilavamento che facilmente si verificano dopo un incendio. L'esperto dello Sportello Agroecologia di Calci, Fabio Casella, ci spiegherà come effettuare la pulizia delle canalette e delle fosse, e il ripristino della regimazione idrica minore dei poderi. L'incontro sarà replicato a Vicopisano, nella sala del consiglio comunale, alle 18 di lunedì 1 ottobre.

“Stamattina, come sapete, due focolai dell'incendio si sono riaccesi, a Lugnano e sopra Le Mandrie, a Fonte Lupeta, e sono stati prontamente spenti - queste le parole del sindaco di Vicopisano, Juri Taglioli - grazie all'intervento immediato dei direttori operativi, delle squadre e di tutta l'organizzazione anticendio. Colgo l'occasione per ringraziare anche il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi (che è tornato stamattina) la sua Giunta e la Regione stessa per tutto quello che hanno messo in campo a sostegno dell'Amministrazione, della comunità e del nostro Monte. Li ringraziamo anche per quello che faranno (martedì è previsto un nuovo incontro, stavolta in Regione) e che sarà utile per la bonifica e per la riqualificazione ambientale, idraulica e infrastrutturale del nostro Monte Pisano".

"Insieme al Sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti - ha concluso il primo cittadino vicarese -, seppur nella forte tristezza di questi giorni drammatici e nella consapevolezza amara di aver perso davvero tanto, stiamo pensando di organizzare un incontro per ringraziare tutti i soccorritori e tutti coloro che si sono impegnati, in modo instancabile e ammirevole, per far fronte a questa terribile prova riuscendo a limitare considerevolmente i danni".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Covid, sei hanno un'incidenza superiore a 250 casi settimanali su 100mila abitanti, altri due invece in sette giorni non hanno avuto nuovi contagiati
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Sport

Cronaca