Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA20°35°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 04 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, due escursionisti vengono sfiorati dalla colata di ghiaccio

Attualità venerdì 12 marzo 2021 ore 07:30

Arriva la primavera, puntuale e anomala

Foto di: Marcella Bitozzi

I profumi riempiono l'aria, la primavera sta arrivando puntuale come ogni anno. Biancospino, fiori selvatici e i primi alberi da frutto sono in fiore



CASCIANA TERME LARI — Siamo vicini all’arrivo della primavera, che nell’emisfero boreale ha inizio il 21 marzo in coincidenza con l’equinozio.

La primavera è sinonimo di rinascita, di profumi, di nuova vita e a tutti noi riesce sempre a trasmettere qualcosa di positivo.

Ha ispirato artisti, pittori e illustri poeti di ogni tempo che di lei hanno scritto versi bellissimi, e l’hanno citata in fatti dal significato inequivocabile.

La natura si risveglia, mitica le sue temperature, ci regala giorni sempre più soleggiati e più lunghi.

Con l’arrivo della primavera i fiori cominciano a sbocciare, a ricoprire i prati ed i cigli della strada, ad uno ad uno anche i fiori coltivati riempiono i balconi ed i giardini, e anche gli insetti cominciano il loro lavoro.

Il glicine, il giacinto, la viola, la camelia, l’azalea, la magnolia, la rosa, la primula, il tulipano, l’azalea e la forsizia, uno dopo l’altro sbocciano regalandoci un meraviglioso spettacolo multicolor.

E da non dimenticare la mimosa, che accompagna ed è sinonimo della giornata dedicata alle donne, l’8 marzo.

Anche le piante da frutto ricominciano il loro ciclo e a prepararsi per far crescere i loro frutti.

Il mandorlo è il primo albero a far sbocciare i suoi meravigliosi fiori bianchi striati di un albicocca intenso, poi fiorisce l’albicocco dai fiori bianchi profumatissimi, poi ancora il pesco con i fiori rosa intenso, il susino, il melo e per ultimo il ciliegio che sarà il primo a maturare i suoi frutti rossi.

E anche in questo anno strano, la primavera sta arrivando puntuale come un orologio, e se si passeggia per la campagna, si trovano tappeti di margherite, giganteschi cespugli di biancospino selvatico, mandorli fioriti, fiori di albicocchi e di peschi.

La primavera non bussa, lei entra sicura, come il fumo che penetra in ogni fessura, ha labbra di carne, i capelli di grano, che paura, che voglia che ti prenda per mano, che paura che voglia che ti porti lontano” parole di Fabrizio De Andrè, quelle più azzeccate per questa primavera sempre splendida ma anomala che riesce a farsi ammirare, a farci respirare un’aria piena di profumi, ignara dei lutti e dei dolori della pandemia ancora in atto. 

Questa primavera non è come le altre, rimarrà nella mente di tutti noi con una insolita voglia di dimenticarla e di lasciarla dietro alle spalle, o magari, di ricordarla come uno spartiacque tra il dolore e la rinascita, proprio come essa vuole e come l'hanno sempre decantata i poeti.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tragico incidente nel tratto livornese della Sgc Firenze Pisa Livorno. L'uomo, che viaggiava in scooter, non è riuscito ad evitare l'animale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Annamaria Filidei Ved. Toti

Giovedì 30 Giugno 2022
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità