Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA15°23°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Hunt fa visita agli Azzurri in Germania per Euro 2024 e canta nello spogliatoio:

Politica venerdì 29 marzo 2024 ore 17:30

Svolta A Sinistra, Bosco candidata a sindaca

La presentazione della candidatura di Marianna Bosco

La consigliera comunale sarà il volto della quarta lista per le elezioni amministrative di Giugno: "Ricostruiamo un Comune rivolto ai cittadini"



CASCIANA TERME-LARI — Davanti alla frana sulla variante di Lari comincia la nuova avventura di Marianna Bosco, candidata a sindaca di Casciana Terme-Lari e volto della lista Svolta A Sinistra. Che si aggiunge, dunque, alle tre forze già in campo.

"Questo luogo rappresenta perfettamente la deriva di questo Comune: la frana è il fallimento delle politiche portate avanti dall’attuale amministrazione, che ha illuso i cittadini con promesse mai mantenute - ha detto - la nostra lista, sin dalla sua nascita nel 2014, si è impegnata in Consiglio comunale per denunciare e opporsi alle politiche locali e per proporre un progetto amministrativo in cui fosse prioritario il rispetto dei diritti delle persone in risposta ai loro bisogni".

"Per noi la politica è mettere al centro l’interesse pubblico e collettivo, non quello di pochi gruppi di potere presenti anche nel nostro Comune - ha aggiunto - le parole chiave sono le stesse del 2014: lavoro, diritti, scuola, sanità e ambiente. A queste, oggi più che mai, vanno affiancate le parole che indicano sia il ripudio della guerra, come recita la nostra Costituzione antifascista, sia il nostro fermo no all'invio di armi nei teatri di guerra".

E, proprio con riferimento alla frana e alla variante, un'attenzione al cambiamento climatico. "Per non trovarsi impreparato davanti a eventi che non sono più eccezionali - ha aggiunto - il Comune non può più trascurare, come accaduto negli ultimi 10 anni, la manutenzione e la cura del proprio territorio, esternalizzando di fatto la gestione".

"Siamo davanti a un Comune diviso e divisivo, dove prevalgono gli interessi di chi è collegato al potere - ha concluso Bosco - ricostruiamo un Comune gestore e erogatore diretto dei servizi ai cittadini, mettendo uno stop a privatizzazioni e al consumo di suolo, un Comune che metta al centro della sua proposta e della sua azione la lotta alle diseguaglianze".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Cordoglio dell'Ateneo senese, dove Ceccanti ha insegnato fino a 78 anni. Nel 1992 fu insignito come Grande Ufficiale al Merito della Repubblica
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

GIALLO Mazzola