comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:45 METEO:PONTEDERA10°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, Conte: «Da subito attivo il piano ‘Italia cashless' per gli acquisti con carte, ma non online»

Attualità giovedì 05 febbraio 2015 ore 16:20

​Chiusure Poste, l’Uncem si mobilita

Oreste Giurlani

L’azienda intende tagliare un’ottantina di uffici situati soprattutto in aree montane e marginali. Giurlani: “La razionalizzazione c’è già stata”



PONTEDERA — "In Toscana il piano tagli di Poste riguarda una ottantina di uffici situati specialmente in aree montane e marginali. Noi non ci stiamo, anche perché la razionalizzazione ha già interessato le stesse aree poco tempo fa". Interviene così, in una nota, il presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani dopo la notizia dei tagli di Poste Spa per diversi uffici toscani.

Rivoluzione che in provincia di Pisa prevederebbe la chiusura totale degli uffici di Ponteginori, San Giovanni alla VenaCastelmaggioreUliveto Terme, Treggiaia, Corazzano, Ghizzano di Peccioli, Legoli, Luciana, Marti, Soiana e la riduzione di orario per quelli di Montecatini Val di Cecina, Monteverdi Marittimo, Orciano Pisano, Capanne.

Per il presidente di Uncem Toscana "non è possibile dimenticare o sottovalutare la funzione fondamentale di presidio che i servizi postali esercitano in montagna, dove fungono anche da luogo di coesione sociale, economica e territoriale consentendo l’accesso universale a servizi locali essenziali".

"Ci mobiliteremo - conclude Giurlani - perché le aree montane non possono essere ulteriormente penalizzate con pesanti ripercussioni sui cittadini, molto spesso anziani".



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità