QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°25° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 15 ottobre 2019

Sport mercoledì 27 maggio 2015 ore 17:55

Da San Miniato a Berlino per il Triplete

Lo Juventus club San Miniato Basso Alessandro Del Piero

Lo Juventus club Del Piero in partenza dal Cuoio per seguire in Germania la finale tra Bianconeri e Barcellona. Il racconto di un anno da tifosi



SAN MINIATO — Otto fortunatissimi tifosi bianconeri partiranno per la Germania da San Miniato Basso. Giorno della partenza sabato 6 giugno. Obiettivo Juventus Barcellona, finale di Uefa Champions League.

Forse a Sandro Caponi e Alberto Bianucci sarebbe piaciuto vedere anche Alessandro Del Piero a Berlino, il prossimo 6 giugno, ma non in tribuna. In campo con la sua maglia numero 10.

Ma lo Juventus club Alessandro Del Piero di San Miniato basso è pronto per la finale di Champions League che vedrà la squadra di Allegri giocare contro la corazzata Barcellona dei vari Messi, Neymar e Suarez.

Insieme al presidente Caponi e al vice Bianucci partiranno dal comprensorio del Cuoio altre sei persone, quattro della zona più una di Perugia e una di Pontedera. Otto su circa seicento soci iscritti al club: “Abbiamo avuto tantissime richieste per i biglietti di Berlino” spiega Caponi.

All'inizio dell'anno nessuno si aspettava di arrivare a giugno con i bianconeri in finale, l'addio di Conte, anzi, aveva creato un certo allarmismo e l'arrivo di Allegri non aveva portato le garanzie necessarie: “I primi giorni eravamo dispiaciuti per l'addio di Conte – racconta il presidente Sandro Caponi - ma gli uomini vanno, la maglia resta, adesso possiamo dire che è stato meglio cosi. Non sapevamo che tipo di stagione ci aspettava ma Allegri ha fatto un ottimo lavoro e ora speriamo di completare l'opera a Berlino”.

Dieci mesi dopo infatti tutto è cambiato: Juve scudettata, Juve vincitrice della Coppa Italia e Juve pronta a lottare per il Triplete: “Siamo andati anche a Monaco e Madrid – racconta Caponi – per la semifinale siamo partiti da Milano Malpensa alle 10,30 con arrivo nel centro di Madrid alle 13.30. La città era colorata di bianconero: sono arrivati diversi charter che hanno riempito il centro della capitale spagnola di tifosi juventini. Abbiamo girato per il centro a bere birra riuscendo a trasformare una cerveceria (birreria) in un bar per soli tifosi bianconeri, dove si cantava e si rideva. Alle 18 ci siamo ritrovati per andare al Bernabeu dove, come sapete, abbiamo passato una serata semplicemente fantastica. Fino alla fine forza Juventus!”.

L'entusiasmo adesso è tanto così come i tifosi a strisce bianconere che affolleranno Berlino: “Saremo in 19mila, come quelli del Barça, la Uefa ha dato lo stesso quantitativo di ticket a entrambe le società”.

I riti scaramantici nel calcio sono all'ordine del giorno, anche Caponi ne ha uno ed esce fuori quando gli chiediamo un pronostico sulla finale: “L'ho fatto e scritto su un bigliettino... come sempre per scaramanzia lo tirerò fuori dal cassetto dopo la partita”.

Nella fotogallery tante immagini che ripercorrono, a braccetto, la storia della Juve e del club di Caponi e Bianucci.

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Roma, Zingaretti: «Evitiamo altri sindaci come Raggi»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Cronaca

Spettacoli