QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°11° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 21 novembre 2019

Attualità venerdì 17 giugno 2016 ore 18:25

70 richiedenti asilo, la gestione dell'accoglienza

Gli interventi di accoglienza sono finalizzati a facilitare i percorsi di inserimento socio-economico di richiedenti asilo e rifugiati



SAN MINIATO — Il 20 giugno si celebra nel mondo la Giornata del Rifugiato. Attualmente la Società della Salute Valdarno Inferiore ospita un totale di 70 persone fra richiedenti asilo e rifugiati, di cui 49 usufruiscono delle misure d'accoglienza straordinaria in accordo con la Prefettura di Pisa, mentre 21 sono le persone inserite nel progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati), attivo sul territorio del Valdarno Inferiore dal 2014.

Oltre alla SdS Valdarno Inferiore, alcune organizzazioni del terzo settore sono state chiamate a gestire le misure di accoglienza straordinaria: la Cooperativa La Pietra d'Angolo che gestisce 47 persone e la Misericordia di Empoli che ne gestisce 17, per un totale di 140 persone ospitate complessivamente nel territorio.

Sono previsti corsi di lingua italiana appositi gestiti dall'Associazione Arturo, percorsi di orientamento ai servizi del lavoro e alla formazione con uno specifico operatore e percorsi finalizzati al potenziamento e raggiungimento dell'autonomia.

In questi anni è stata la costruzione di una rete di associazioni di volontariato con cui si è collaborato nella realizzazione di percorsi di autonomia dei ragazzi inseriti nei due progetti di accoglienza.

Si è potuto inserire alcuni dei ragazzi richiedenti asilo e rifugiati presso l'associazione AUSER di Santa Croce sull'Arno, la Pubblica Assistenza di Santa Croce sull'Arno, l'associazione La Stazione di San Miniato e per l'associazione "Il Samaritano" sia nell’ambito del laboratorio di cucito a Santa Croce sull'Arno che all'interno del progetto di agricoltura sociale, promosso in collaborazione con la Cooperativa Lo Spigolo nella Valle del Vaghera.

Con gli ospiti inseriti nel progetto SPRAR è stato possibile effettuare specifiche formazioni (saldatori e potatori, per un totale di 6 persone, con il raggiungimento di certificazione delle competenze) e attivare attraverso il progetto Inside 3 tirocini di sei mesi ciascuno.

Cinque ragazzi stanno frequentando la Scuola media serale per il conseguimento della licenza media: all'interno di questo gruppo alcuni ragazzi hanno partecipato al laboratorio di teatro dell'oppresso, realizzando uno spettacolo "Autori di un viaggio. Teatro in strada", rappresentato il 31 maggio scorso a Ponte a Egola, nel Comune di San Miniato.

Uno dei ragazzi che frequenta la scuola sta facendo un inserimento presso il Museo della Scrittura di San Miniato ed è molto apprezzato per il lavoro svolto: sta, inoltre, realizzando un'attività di ricerca sulla propria lingua da proporre come laboratorio all'interno del Museo.

Nell’ambito della ricorrenza della Giornata Mondiale del Rifugiato, è stato organizzato per il 24 giugno prossimo, alle ore 16,00, il primo torneo interculturale “Val Vaghera Intercultural Challenge” a 11, che si svolgerà presso i campetti da calcio della Valle del Vaghera.

In tale occasione, si sfideranno quattro squadre composte da i ragazzi richiedenti asilo e rifugiati, operatori dell'accoglienza (Cooperativa La Pietra d'Angolo e SdS Valdarno Inferiore) e rappresentanti politici dei Comuni del Valdarno Inferiore.



Ex Ilva, Conte: «All'incontro con il signor Mittal porterò la determinazione di un paese del G7»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica