QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°27° 
Domani 15°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 22 ottobre 2019

Attualità giovedì 20 novembre 2014 ore 10:00

Dibattiti e iniziative contro il femminicidio

Appuntamento sabato 22 a Villa Baciocchi. La scrittrice Susanna Daniele presenterà il suo libro “Il Tacco Spezzato". Una mostra itinerante



CAPANNOLI — S’intitola “Dalla violenza al rispetto per le donne”, l'iniziativa inserita all'interno di un calendario di eventi promossi dalla Commissione Pari Opportunità dell'Unione Valdera durante il mese di novembre, al fine di celebrare la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne e sensibilizzare la gente su questo tema.

L’appuntamento è per sabato 22 novembre a partire dalle ore 17, al Salone Nobile di Villa Baciocchi. La scrittrice pistoiese Susanna Daniele presenterà il suo libro “il Tacco Spezzato. Interviste e racconti sul femminicidio”.

Seguirà il dibattito “Violenza sulle donne, conoscere il fenomeno per combatterlo” a cui prenderanno parte due associazioni impegnate sul tema: l’associazione Eunice, rappresentata da Maria Anna Abbondanza, e l’associazione Frida, nella persona di Elisa Forfori.

Parteciperanno anche la dottoressa Carla Pucciarelli, direttrice di Farmavaldera, la Srl che gestisce la Farmacia Comunale di Santo Pietro Belvedere, dove è attivo un servizio di ascolto rivolto alla cittadinanza, e la dottoressa Tania Carpita, la psicologa che da quattro anni gestisce proprio lo sportello di ascolto psicologico di Farmavaldera, che relazioneranno in merito ai casi di violenza di genere riscontrasti e a problematiche a essa collegate.

Nel salone Nobile della nostra Villa Baciocchi sarà esposta, su concessione dell’associazione Frida, la mostra ”Anarkikka, Sbirciando da qui”; Anarkikka, personaggio nato dalla creatività dell’illustratrice Stefania Spanò, denuncia in modo ironico la discriminazione e violazione dei diritti delle donne, la violenza, il femminicidio e il modo in cui i media informano sugli episodi di violenza.

Nel weekend 21-23 novembre ci sarà posto anche per la mostra itinerante “Testimoni Silenziose”, 15 sagome di donne autoportanti, a grandezza naturale, realizzate dalla Casa delle donne per non subire violenza di Bologna. Ogni sagoma, che viene annualmente aggiornata, ricorda una donna uccisa nell’ambito della violenza domestica e porta sul petto il suo nome, l’età, da chi e quando è stata uccisa.

Durante questa iniziativa il Comune riserverà, simbolicamente, un posto alle donne vittime di violenza, aderendo alla campagna “Posto Occupato”, come già è stato fatto lo scorso anno e come si sta facendo, in tutte le iniziative pubbliche e i consigli comunali che si terranno nel mese di novembre.



Tag

Maltempo sul Nord-Ovest: strade allagate e città in tilt

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Cronaca