Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:PONTEDERA15°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Le chiusure generalizzate sacrificio necessario: ma ci aspettiamo tempi rapidi per i vaccini

Cronaca domenica 13 aprile 2014 ore 12:39

I robot di Peccioli premiati al Salone del Mobile a Milano

Il progetto Robot-Era sviluppato dai ricercatori dell'istituto di biorobotica hanno ottenuto un riconoscimento collegato al Salone del Mobile di milano



VALDERA — Non solo i mobili, ma anche i Robot tengono alto il nome della Valdera al Salone di Milano. Importanti riconoscimenti per il progetto Robot-Era sviluppato a Peccioli dai ricercatori della Scuola superiore Sant'Anna di Pisa e Pontedera, sono stati assegnati al coordinatore del progetto Paolo Dario, direttore dell’Istituto di BioRobotica, per i suoi tre robot destinati all’assistenza personale. 

Robot-Era si è classificato primo per un premio collegato al Salone del mobile di Milano, il Well-tech award 2014, per essere stato giudicato l’innovazione tecnologica più significativa sul tema della qualità della vita.
Dal 1999, il Well-tech award, in occasione del Salone del mobile vuole promuovere le tecnologie più innovative, sostenibili e accessibili nel campo dell’architettura e del design. Per Robot-Era il premio è stato ritirato da Filippo Cavallo (Project manager del progetto e ricercatore dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna), dagli ingegneri Alessandro Manzi e Raffaele Limosani (Phd Students dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna) e da Giancarlo Teti di RoboTech srl, partner del Progetto “Robot-Era”, presso il Cortile d'Onore di Palazzo Isimbardi, sede della Provincia di Milano.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Cronaca