QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°13° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 07 dicembre 2019

Cronaca martedì 26 marzo 2013 ore 13:50

I socialisti "bacchettano" il Pd



La replica agli attacchi mossi dal Pd a Parrella e ai Socialisti

SANTA MARIA A MONTE - Il partito socialista replica agli attaccchi del Pd sulla candidatura a sindaco di Santa Maria a Monte di Ilaria Parrella. Il Pd infatti aveva ironizzato sul fatto che Parrella fosse uscita dal Pd per andarsi a candidare con una lista civica sostenuta da Udc, Psi, Pdl. “Il Partito Democratico – si legge nella nota - oggi si presenta come nuovo, giovane, pronto al dialogo ma davanti alla candidatura in una lista alternativa alla loro, di Ilaria Parrella, riesce solo a tirare fuori quanto di più vecchio ci possa essere in politica: l'insulto. Comprendiamo la difficoltà del PD di fronte alla candidatura di una persona che, come Ilaria, ha dato negli anni prova di capacità nell'amministrare e ha avuto, insieme al suo partito, il Partito Socialista, un ruolo importante per la vittoria alle elezioni del centrosinistra. Non abbiamo dimenticato gli elogi che sono stati fatti sull'operato di Ilaria dal PD e quante volte è stata definita una "risorsa" importante”. Poi dal Psi ammoniscono i democratici ad avere più rispetto dei candidati altrui. “Noi non ci siamo mai permessi di fare commenti sui candidati del PD perché crediamo nel rispetto delle persone che si mettono in gioco a servizio della comunità. Vediamo il Pd come avversario politico, alle prossime elezioni comunali e non come nemico. Il "nuovo" che si presenta oggi ci pare non abbia argomenti e noi vorremmo misurarci con i fatti e le proposte programmatiche per S. Maria a Monte e non con gli insulti”. Poi spiegano la nascita del movimento che sosterrà Parrella alle elezioni. “Vogliamo solo ricordare – dicono i socialisti - la storia recente che ci ha visti approdare a una lista civica alternativa. Vogliamo ricordare al PD che nel 2009 siamo stati "espulsi" dalla coalizione di centro-sinistra perchè colpevoli di aver dato un voto contrario al "famoso" progetto di finanza e relativo al parcheggio sotterraneo per il centro storico e poi perchè abbiamo continuato, attraverso il nostro consigliere comunale Giacomo Bernardini, a dire di no alle scelte dell'amministrazione che ha portato alla nascita a San Donato di un impianto a biogas, agli aumenti delle tariffe comunali, all'applicazione selvaggia dell'IMU, all'introduzione della tassa sui passi carrabili, solo per citarne alcuni”. Poi i socialisti dicono “Il Pd si preoccupa solo ora delle scelte del Partito Socialista? Eppure il mese scorso, su nostra richiesta, abbiamo incontrato il PD -così come tutti gli altri partiti - in vista delle elezioni amministrative e ci è stato detto chiaramente che un incontro con noi non era stato preso in considerazione perchè abbiamo sempre votato no agli atti dell'amministrazione e che una eventuale nostra partecipazione alla coalizione sarebbe stata possibile sono con persone nuove. In pratica sarebbe dovuto essere il PD a scegliere i nostri candidati e solo quelli di loro gradimento”. Da Psi spiegano anche il perché della scelta di andare in coalizione con le forze di opposizione. “Siamo arrivati a trovare unanimità di intenti, di programmi e soprattutto di metodo di lavoro con le altre forze che hanno avuto con noi il coraggio di opporsi ai metodi poco democratici - e certo non peculiarità di una forza di sinistra - incarnati dal PD di S. Maria a Monte. Sono le cose che vogliamo realizzare che ci uniscono e ci danno la forza di metterci in gioco, con la volontà di cambiare veramente il modo di amministrare la cosa pubblica”.


Tag

Salvini: «Denunciato da Carola Rackete. E noi la contro-denunciamo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca