QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°18° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 23 settembre 2019

Attualità venerdì 22 febbraio 2019 ore 12:48

Un milione di euro per nuovi mammografi

L'investimento sostenuto dalla Usl Toscana Nord Ovest per le strutture di Livorno, Lucca, Carrara, Pontedera, Versilia, Barga, Portoferraio, Piombino



LIVORNO — Circa un milione di euro per l’acquisto e l’installazione di nuovi mammografi nei territori di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno e Versilia. E’ questo l’importante investimento attuato negli ultimi sei mesi dall’Azienda Usl Toscana nord ovest per migliorare in maniera significativa i servizi aziendali radiologici e di screening.

I nuovi mammografi digitali “Amulet Innovality” hanno sostituito analoghi strumenti di vecchia generazione e si integreranno direttamente con il RIS-PACS, ossia il sistema centralizzato che mette in rete le radiologie consentendo la refertazione su monitor ad elevata definizione, l’archiviazione e la consultazione anche a distanza delle immagini mammografiche e degli esami precedenti. Questi moderni mammografi permettono di ottenere immagini di rilevante qualità diagnostica ed una migliore visualizzazione dei tessuti della mammella e consentono al medico radiologo di individuare e localizzare alterazioni anche di piccole dimensioni decisive ai fini di una diagnosi precoce del tumore al seno o di altre patologie rilevanti.

I mammografi “Amulet Innovality” sono dotati di tomosintesi 3D, cioè di quella tecnologia radiologica innovativa in campo di diagnostica senologica in grado di scomporre l’immagine mammografica tradizionale bidimensionale in singole immagini a strati o fette di 1 mm, elaborazione elettronica e rappresentazione tridimensionale del seno intero, con lo scopo di ridurre la sovrapposizione dei tessuti mammari che a volte può mascherare noduli, microcalcificazioni o distorsioni ghiandolari sospette, non sempre rilevabili con tecnica standard, riducendo di conseguenza le false diagnosi sia positive sia negative. 

Tutti i mammografi sono inoltre dotati di dispositivo di stereotassi per l'effettuazione delle biopsie mammarie. Molto importante è anche la riduzione della dose di radiazioni ionizzanti ottenibile con questi macchinari, grazie anche ad una riduzione dei tempi di esecuzione dell’esame e alle possibilità di impiego di protocolli differenziati a seconda delle caratteristiche morfologiche della mammella o del percorso diagnostico (screening mammografico, mammografia clinica).

Queste le sedi in cui, tra la fine di giugno ed il dicembre 2018, sono stati già installati i nuovi mammografi: Pontedera (servizio di Senologia); Carrara (Radiologia del Civico); Versilia (Radiologia); Livorno (sede CORAT); Lucca (sede Screening mammografico a “Campo di Marte”). Un altro mammografo dello stesso tipo verrà installato all’inizio di marzo 2019 a Piombino (Radiologia).

Un mammografo di tipo “Senographe”, di pari valore, è stato posizionato nei mesi scorsi anche a Portoferraio (Radiologia) ed un altro mammografo “Amulet S” è stato installato a Barga (Radiologia) in sostituzione di precedente sistema analogico.

“Grazie a questi nuovi strumenti – ha spiegato il commissario dell’Azienda USL Toscana nord ovest Mauro Maccari – abbiamo creato una rete di professionisti e macchinari all’avanguardia, in grado di valorizzare il ruolo della prevenzione e della senologia clinica, che consentono di fare diagnosi tempestive ed in molti casi salvare vite umane. L’obiettivo è quindi quello di potenziare lo screening mammografico, la diagnosi precoce dei tumori della mammella ed i servizi di senologia clinica, mettendo a disposizione di tutte le donne una strumentazione moderna, gestita sempre da personale sanitario di elevata professionalità ed esperienza”.



Tag

«Grazie al mio staff perché non è facile sopportarmi...», e Meloni scoppia a ridere

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport