QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°15° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 15 dicembre 2019

Politica domenica 12 ottobre 2014 ore 16:49

M5S: "Accesso agli atti del comune negato"

I grillini di Pontedera contro il dirigente Amodei che avrebbe precluso a una cittadina l'accesso ai documenti della pubblica amministrazione



PONTEDERA — A palazzo Stefanelli, secondo il Movimenti 5 Stelle non è sempre facile accedere ai documenti della pubblica amministrazione. L'accusa la muovo i grillini pontederesei dopo la segnalazione di una cittadina che, nonostante abbia espletato le pratiche per l'accesso agli atti, si è vista negare questo diritto dal dirigente Amodei perché a sua avviso non aveva interesse ad accedere ai documenti del Comune. “Siamo stati contattati da una cittadina – dicono gli esponenti del M5S di Pontedera - che ci ha messo a conoscenza di un evento spiacevole: la signora, pensando di esercitare un suo diritto e dopo aver compilato gli appositi moduli reperiti sul sito del comune di Pontedera, ha chiesto all’amministrazione comunale di poter accedere ad alcuni atti amministrativi; con grande sorpresa si è vista negare l’accesso perché secondo il responsabile del procedimento dal dirigente Amodei, la richiesta non era supportata da un interesse diretto e specifico della cittadina e, in particolare, mancava la motivazione. Riteniamo increscioso che si sia verificato un fatto simile e ci domandiamo se il funzionario e l’amministrazione in generale siano a conoscenza della normativa europea e nazionale alla quale le leggi di diverso rango ed a maggior ragione i regolamenti comunali debbono sottostare inderogabilmente, senza se e senza ma”.

“La legge 15 dell’11 febbraio 2015 – continuano i grillini - qualifica l’accesso agli atti come principio generale dell’attività amministrativa al fine di favorire la partecipazione ed assicurarne l’imparzialità e la trasparenza. A livello europeo l’accesso agli atti è disciplinato dal regolamento 1049 del 2001 il quale prevede che ogni cittadino abbia diritto all’accesso senza motivare la richiesta; come se non bastasse, detto regolamento è stato recepito dalla Regione Toscana con la legge regionale 40 del 2009 con la quale si specifica all'articolo 5 che l’accesso agli atti amministrativi è un diritto riconosciuto a tutti i cittadini senza obbligo di motivazione. Inoltre, per motivi di carattere ambientale (fattispecie riguardante la nostra concittadina) il decreto legislativo del 19 agosto 2005 numero 195, non prevede in nessun caso la titolarità di uno specifico interesse, sancendo il diritto di ciascuno ad ottenere tutte le informazioni da parte della pubblica amministrazione. Circoscritte limitazioni infine, possono avere ad oggetto dati sensibili, documenti coperti da segreti di Stato, segreti militari ed altri, ma il caso esposto non rientrava certamente tra questi.

“Che dire – concludono i grillini pontederesi - speravamo che il Comune diventasse la casa di vetro di tutti i pontederesi ma casualmente accade che ci si dimentichi di pubblicare sull’Albo Pretorio determinate ordinanze, altre volte si negano diritti sanciti da leggi europee, nazionali e regionali blindando gli atti amministrativi che dovrebbero essere a disposizione dei cittadini che ne fanno richiesta”.



Tag

Sardine a Roma: la vista dall'alto di piazza San Giovanni

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca