QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 19°25° 
Domani 18°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 21 luglio 2019

— il Blog di

​Parchi naturali, una nuova legge regionale

di - venerdì 27 febbraio 2015 ore 10:23

Un altro provvedimento importante è stato varato nella scorsa seduta del Consiglio regionale. La proposta di legge che l’assemblea ha approvato ieri dal titolo “Norme per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturalistico-ambientale regionale” consente di riordinare e riorganizzare in un’unica legge tutto ciò che riguardava questo ambito così delicato ma strategico per la Toscana, ovvero i parchi, le aree protette e i siti toscani di interesse comunitario per i loro valori di biodiversità. 

Le normative in essere hanno consentito ad oggi l’istituzione ed il consolidamento di un articolato sistema composto da tre parchi regionali, dalle altre aree protette di livello sub regionale (3 parchi provinciali, 46 riserve naturali e 58 ANPIL) e dai siti della Rete Natura 2000 (siti di importanza comunitaria, zone di protezione speciale e siti di interesse regionale), ovvero una porzione di territorio che copre nel complesso, all’incirca il 17% della superficie regionale. A regolamentare queste realtà, finora, era un complesso ed articolato insieme di competenze attribuite alla Regione, agli Enti Parco, alle Province ed ai Comuni, relative a programmazione, di pianificazione e gestione tecnico/amministrativa. Ora siamo finalmente approdati a un unico corpo normativo integrato, organico e di agevole consultazione, che riunisce le singole discipline in materia, prevedendo disposizioni e procedure di tipo comune. 

Una semplificazione burocratica notevole che consentirà di rilanciare la governance dei tre parchi regionali riguardo gli atti fondamentali per la pianificazione e la programmazione economica finanziaria e nello stesso tempo di preservare e promuovere al meglio questo patrimonio vasto e importante. I parchi saranno oltre che uno strumento per la tutela delle risorse naturali ed ambientali, anche una valida sede per la valorizzazione del territorio e del suo tessuto economico. Le parole d’ordine sono insomma semplificare e rilanciare il sistema: abbiamo messo a punto uno strumento valido, che coniuga la tutela e conservazione dei beni naturalistici, con la promozione e la valorizzazione di queste aree, la difesa dell'ambiente con il turismo, l'agricoltura, la ricerca scientifica e l'educazione ambientale


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Cronaca

Attualità