QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°15° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 15 dicembre 2019

Cronaca martedì 19 febbraio 2013 ore 17:05

Per 1445 lavoratori da mercoledì scatta la settimana corta



I numeri del contratto di solidarietà della Piaggio. I lavoratori perderanno l'8% dello stipendio

Il contratto di solidarietà siglato da Fiom, Uim e Ugl metalmeccanici per 1445 lavoratori Piaggio su 2900 del gruppo comporterà mediamente una riduzione dello stipendio tra l'8% e il 10%, con una riduzione dell'orario di lavoro quantificabile, sempre in media, in un giorno a settimana. Ogni comparto produttivo dovrà sacrificare una parte della propria forza lavoro. Nel settore veicoli commerciali la solidarietà riguarda 87 lavoratori, 382 nell'area tecnica. Nelle 3-4 ruote i lavoratori interessati dalla solidarietà saranno 173, tra impiegati e operai. Nel settore 2 ruote faranno la settimana corta 1272 dipendenti. Con i contratti di solidarietà inoltre, se la produzione lo richiederà, i lavoratori potranno essere reintegrati a tempo pieno immediatamente. L'accordo sarà valido per un anno, poi dovrebbe scattare il reintegro a tempo pieno e comunque per adottare altri ammortizzatori sociali, vertici aziendali e sindacati dovranno tornare a un tavolo e aprire una nuova trattativa. Questo rappresenta in qualche modo una garanzia per i lavoratori, che in un certo senso con la solidarietà non rischiano il posto. Dal punto di vista sindacale per Fiom, Uim e Ugl si tratta di un successo soprattutto se si tiene conto che nel 2011 l'azienda aveva fatto ricorso alla cassaintegrazione per circa 50 giorni, coinvolgendo fino a 1350 lavoratori e nel 2012 era andata assai peggio, circa 5 mesi di cassa che ha interessato fino a 1500 dipendenti. Con uno scenario del genere non era difficile finire in una logica di esuberi, come hanno spiegato i sindacalisti dei metalmeccanici. Adesso dopo la firma dell'accordo, i rappresentanti dei lavoratori dovranno tornare a confrontarsi con l'azienda sulle strategie industriali future, a cominciare dagli investimenti che la proprietà ha annunciato di voler attuare per migliorare la produzione sopratutto nel settore 3-4 ruote. Sul tavolo sindacale poi Fiom, Uim e Ugl vorrebbero affrontare anche la questione del contratto integrativo e del futuro dei lavoratori a tempo determinato.


Tag

Sardine a Roma: la vista dall'alto di piazza San Giovanni

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca